Carsoli, resti di epoca ellenistica e una necropoli riaffiorano durante lavori di scavo

Un ricco e complesso sito archeologico è tornato alla luce a Carsoli. Si tratta di un impianto produttivo di epoca ellenistica (III-I sec. a.C.) risalente alla prima fase di occupazione romana del territorio e a breve distanza è stata individuata una necropoli databile tra la tarda età del Ferro e l’epoca arcaica (IX-VI sec. a.C.) riportando alla luce oltre venti tombe in fossa terragna.

La scoperta è stata fatta durante alcuni lavori di mitigazione del rischio idrogeologico e messa in sicurezza dell’abitato di Carsoli, per realizzare un bacino di accumulo per laminare l’eventuale piena del corso d’acqua “Vallemura” e salvaguardare così l’abitato di Carsoli. I ritrovamenti sono stati fatti non appena sono iniziati gli interventi da parte della ditta Delta Lavori Spa. La supervisione alle operazioni di scavo ha permesso di scoprire, con un’importante scavo archeologico, una serie di evidenze della sequenza storica del paesaggio locale.

Sabato, 31 agosto, a Carsoli si è riunito un interessante tavolo di confronto tra i progettisti, gli archeologi, gli antropologi, la ditta esecutrice, i rappresentanti dell’amministrazione pubblica e la sovrintendenza dei beni culturali, per illustrare alla cittadinanza gli sforzi compiuti per coordinare le azioni al fine di studiare il sito archeologico rinvenuto e per realizzare, ugualmente, le necessarie opere di messa in sicurezza dell’abitato di Carsoli.

“I nostri tecnici sono riusciti a calibrare adeguatamente le necessità di messa in sicurezza dell’insediamento urbano con le esigenze di tutela del sito ritrovato, nonostante non sia facile fare ciò all’interno di un cantiere inerente opere di prevenzione di rischio idrogeologico e di laminazione degli argini pluviali – ha affermato l’amministratore delegato della Delta Lavori SpA, Gaetano La Rocca -. La chiave della risoluzione degli imprevisti risiede quasi interamente nella attitudine di tutti gli attori in gioco: impresa, tecnici, maestranze, amministrazione pubblica e cittadini, alla collaborazione ed al rispetto dei ruoli, nella tutela del delicato equilibrio tra necessità pubbliche ed interessi privati.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *