Schael ai sindaci: ‘’In provincia di Chieti servizi per la salute senza privilegiare i localismi’’

Garantire assistenza nel segno dell’equità, obiettivo non facile laddove esistono differenze significative, sia per consumo di prestazioni sia per presenza di servizi: questo l’obiettivo indicato dal direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, al Comitato ristretto dei sindaci, incontrato questo pomeriggio. Accanto al presidente Umberto Di Primio (Chieti) erano presenti Mario Pupillo (Lanciano), Massimo Tiberini (Casoli) e Giuseppe Forte (vice sindaco di Vasto).

Nel corso della riunione gli amministratori hanno offerto massima collaborazione, esprimendo la volontà di condividere le scelte e, laddove necessario, sostenerle nelle sedi politiche. Comune a tutti l’auspicio di approdare a una Asl efficiente, guardando al bene comune e non all’interesse particolare.

Nel ribadire la connotazione di “uomo del territorio”, Schael ha focalizzato l’attenzione sulla necessità di riequilibrare la distribuzione delle risorse tra l’assistenza ospedaliera, concentrata nelle aree urbane, e quella territoriale, che coinvolge aree decentrate e assai estese.

«Credo molto nella condivisione delle responsabilità – ha precisato il direttore – e chiederò la vostra collaborazione in quella che ritengo la sfida più impegnativa: equilibrare i localismi con una necessaria visione di sistema, perché dobbiamo avere a cuore un intero territorio e non parti di esso. Il nostro obiettivo comune è garantire un esito di salute positivo nel breve e medio periodo a una popolazione di 385mila abitanti e sono certo che su questa prospettiva troveremo la giusta intesa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *