Presentate le Giornate Fai d’Autunno a Chieti, Ortona e Ripa Teatina

Presentate oggi a Chieti, le Giornate Fai d’Autunno, che permetteranno di conoscere da vicino tesori d’arte e di architettura del territorio provinciale teatino. L’appuntamento è per sabato 12 e domenica 13 ottobre, con itinerari e sorprese che interesseranno le città di Chieti, Ortona e Ripa Teatina. La manifestazione è stata illustrata alla presenza, tra gli altri, di Roberto Di Monte, capo delegazione Fai Chieti; Antonio Viola assessore alla cultura del comune di Chieti; Ignazio Rucci, sindaco di Ripa Teatina; Leo Castiglione sindaco di Ortona; Pietro Balducci – responsabile ufficio stampa Marche- Abruzzo Ubi Banca; Anna Spoltore, pronipote dell’artista Federico Spoltore; Luca Pasquini capo delegazione giovani Fai Chieti e dei delegati Fai Cinzia Di Vincenzo e Matteo Nanni, si è svolta nel centro direzionale dell’Ubi Banca di Chieti scalo la conferenza stampa di presentazione.

E’ per noi di fondamentale importanza continuare nell’attività di ricerca di siti di pregio ed interesse nascosti o non sempre accessibili, e renderli fruibili al grande pubblico – ha detto il capo Delegazione del Fai di Chieti Roberto Di Monte. Voglio inoltre sottolineare che nel mese di agosto abbiamo firmato un accordo con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, per la valorizzazione della chiesa di Santa Maria del Tricalle a Chieti che quindi sarà aperta e per l’occasione ospiterà una mostra di oggettistica e dipinti dell’artista “Cadica”, curata dall’associazione Voci di Dentro onlus, impegnata in attività tese al recupero di detenuti ed ex detenuti. Oltre alla Chiesa di Santa Maria del Tricalle – ha continuato Roberto Di Monte – abbiamo organizzato due percorsi, uno a Ripa Teatina e uno ad Ortona dove si andrà alla  scoperta dei centri storici attraverso visite a palazzi, chiese e biblioteche. Ci sarà anche un’apertura dal carattere davvero straordinario, per la prima volta nella parte bassa della città di Chieti. Sarà possibile entrare nell’edificio del centro direzionale dell’Ubi Banca di via Colonnetta che per l’occasione esporrà una parte, la più pregiata, della collezione artistica ex Carichieti, oggi Ubi Banca”. 

Come sempre le aperture verranno gestite in collaborazione con le scuole con il programma degli “Apprendisti Ciceroni”. In particolare si sottolinea la collaborazione con il Liceo Statale “Isabella Gonzaga”, con il Liceo Scientifico Statale Filippo Masci e con l’Istituto Comprensivo 4 Scuola Media G.Mezzanotte. Un ringraziamento va anche al la Consulta dei Giovani di Ripa Teatina ed agli Apprendisti Ciceroni dell’Istituto Comprensivo “M.Buonarroti” di Ripa Teatina insieme all’Istituto Superiore “Acciaiuoli-Einaudi” e all’Istituto Commerciale, entrambi di Ortona.

Aperture:

Chieti – Apertura a cura della Delegazione FAI di Chieti della Chiesa di Santa Maria del Tricalle, guidata dagli apprendisti Ciceroni del Liceo Statale “Isabella Gonzaga” – sabato 12 ottobre; ore 15.30-18.30; domenica 13 ottobre; 9.30-13 e 15-18,30;

La chiesa di Santa Maria a Tricalle è ubicata poco fuori dal centro storico, nella zona detta appunto del Tricalle, dal latino “Tribus Callis”, cioè all’incrocio di tre strade maestre. Si tratta di uno degli esempi più interessanti in Abruzzo di edificio di culto a pianta centrale. Edificata nel 1317, probabilmente sui resti di un tempio pagano dedicato a Diana “Trivia”, la chiesa fu riedificata e trasformata nel XV secolo, e poi ancora nel 1879. Divenne chiesa cimiteriale per i condannati a morte alla fine del XVIII secolo. L’edificio di culto, a pianta ottagonale in laterizio, conserva della costruzione trecentesca resti del porticato e il semplice portale a sesto acuto in cotto.

Chieti Scalo- Apertura a cura del Gruppo Giovani FAI Chieti – La Collezione d’arte UBI Banca di Chieti sarà illustrata dagli apprendisti Ciceroni del Liceo Scientifico Statale Filippo Masci e dell’Istituto Comprensivo 4 Scuola Media G.Mezzanotte – Si potranno ammirare le opere della Collezione UBI Banca con particolare attenzione a quelle di Federico Spoltore, Basilio e Michele Cascella e Francesco. Paolo Michetti – La parte di opere ospitate a piano terra, diventerà, per volontà dell’Ubi Banca, esposizione permanente. sabato 12 ottobre 9.30-13,00; 15,00-18,30; domenica 13 ottobre 9.30-13,00; 15,00-18,30;

La collezione d’arte comprende principalmente dipinti dell’Ottocento e del primo Novecento. Un numero significativo di opere faceva parte della raccolta dell’avvocato Ercole Castiglione, acquisita dalla Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti nel decennio 1970-80.
Quest’ultima era stata fondata nel 1862, con decreto di Vittorio Emanuele II, come Cassa di Risparmio Marrucina, con la volontà di dare “sostegno alle classi meno agiate al fine di migliorare le condizioni economiche e morali, specialmente delle classi laboriose”. Questa volontà spiega anche le scelte collezionistiche che prediligevano l’arte verista dalla forte ispirazione sociale. Il dipinto più rilevante della collezione è “La figlia di Iorio (Al tramonto)”, opera di Francesco Paolo Michetti.

Gli itinerari, sono:

Ripa Teatina – Apertura a cura della Delegazione FAI di Chieti – Ripa Teatina, passi nel Borgo – Visite guidate dalla consulta dei giovani di Ripa Teatina e dagli  apprendisti ciceroni dell’Istituto Comprensivo “M.Buonarroti” di Ripa Teatina. Il percorso si svilupperà all’interno del perimetro del centro storico, saranno visitabili Il Torrione, la Chiesa Madre di San Pietro Apostolo; il Palazzo Monaco; il Convento di Santa Maria della Pietà; la Chiesa Santo Stefano. Sabato 12 ottobre 9.30-13; 15-18.30; domenica 13 ottobre 9.30-13; 15-18.30

Una passeggiata nel bellissimo borgo di Ripa Teatina, secoli di memorie perfettamente conservati e ben visibili. Un percorso attraverso la storia con visite al Torrione del XV secolo, alla Chiesa Madre di San Pietro Apostolo con gli affreschi di Ludovico De Moio, al Palazzo Monaco del XVII secolo, al Convento di Santa Maria della Pietà e, appena fuori dal borgo, all’antichissima Chiesa di Santo Stefano Protomartire

Ortona – Apertura a cura della Delegazione FAI di Chieti- La storia di Ortona attraverso i suoi tesori – Previste le visite a Palazzo Corvo, alla Biblioteca Diocesana e al Complesso Monumentale di Sant’Anna. Gli accompagnatori saranno gli apprendisti ciceroni Istituto Superiore “Acciaiuoli-Einaudi” di Ortona e dell’Istituto Commerciale di Ortona – sabato 12 ottobre 9.30-12.30; 15.30-17.30 e domenica 13 ottobre 9.30-12.30; 15,30-17,30;

Palazzo Corvo, Complesso Monumentale di Sant’Anna e Biblioteca Diocesana, tre luoghi storici di Ortona che conservano i tesori salvati dalla distruzione della seconda guerra mondiale. Un viaggio alla conoscenza di fatti mai svelati della splendida cittadina Adriatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *