Rapina ai Martelli: tutti condannati gli imputati

Il Giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Lanciano, Giovanni Nappi, ha emesso nel pomeriggio di oggi la sentenza per i componenti della banda, tutti romeni e giudicati con rito abbreviato, autori della sanguinosa rapina del 23 settembre 2018, ai danni dei coniugi Carlo Martelli e Niva Nazzan.

Il Gup ha condannato Alexandru Bogadan Colteanu, 26 anni, difeso dagli avvocati Rocco Ciotti e Alessandra Acciaro, a 15 anni e 4 mesi; le pene per i fratelli Costantin Turlica, di 20, e Ion, di 22 anni, entrambi assistiti dall’avvocato Roberto Cognale, sono di 10 anni e 9 anni e 4 mesi. 8 anni di carcere per George Bogdan Ghiviziu 26 anni, difeso dagli avvocati Nicola e Paolo Sisti; 11 anni e 4 mesi al 34enne Adrian Marius Martin, difeso dall’avvocato Andrea D’Alessandro. Aurel Ruset, 25 anni, difeso dall’avvocato Massimiliano Bravin, la pena è di 10 anni. Gheorghe Traian Jacota, di 48, assistito dall’avvocato Vincenzo Menicucci, 10 mesi per favoreggiamento.

Nell’udienza del 30 settembre scorso, dopo un’ora e mezza di requisitoria, il procuratore capo di Lanciano, Mirvana Di Serio, aveva chiesto per i principali imputati condanne per un totale di 86 anni, per concorso in rapina pluriaggravata, lesioni gravissime, sequestro di persona e porto abusivo di arma.

Il Gup Nappi, questa mattina, prima che i difensori prendessero la parola, aveva rigettato la prova con la quale i legali di Colteanu, considerato dagli inquirenti come il capo banda e colui che, durante la rapina, recise l’orecchio di Niva Bazzan, moglie di Carlo Martelli, hanno tentato di dimostrare l’estraneità ai fatti del loro assistito. Al momento del colpo, secondo gli avvocati Ciotti e Acciaro, l’uomo era in un albergo di Lanciano, sotto falso nome. Riscontri difficili da verificare a distanza di un anno dal colpo, soprattutto per accertare, attraverso le celle telefoniche della zona, se effettivamente il suo cellulare fosse realmente nell’area dove pernottò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *