Appuntamenti in Abruzzo

Omaggio a Tonino Lemma. Testimonianze su un Poeta”: questo il titolo dell’incontro che si svolgerà domani pomeriggio, giovedì 10 ottobre, alle 18.30, a Palazzo de Crecchio, a Lanciano, per ricordare il poeta lancianese venuto a mancare improvvisamente lo scorso settembre a Modena, dove viveva da anni. L’iniziativa è patrocinata dalla Regione Abruzzo – Servizio Beni ed Attività Culturali Ufficio Agenzia Lanciano, dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lanciano, dalla Farmacia Fratelli Marciani e da Radio Lanciano. Interverranno l’assessore alla cultura del Comune di Lanciano, Marusca Miscia, l’editore Massimo Pamio, la professoressa Silvia Fiorentino e il poeta Marcello Marciani il quale, oltre a parlare della figura di Lemma, leggerà, insieme a Paola Caporale, alcune poesie edite e inedite dell’amico scomparso. Moderatore sarà Giovanni Bomba; l’incontro sarà inframmezzato dagli interventi musicali del M° Roberto De Grandis. L’ingresso è libero. Antonio Lemma è nato a Lanciano nel 1945. Ha pubblicato il libro di poesie “Fuori posto” (Noubs, Chieti 1997). Le sue poesie, inoltre, sono apparse su “La Fiera Letteraria” e “Rivista Abruzzese”. È presente nelle antologie “Poeti d’Abruzzo” di G. Lasca e B. Sablone (Forum, Forlì 1984), “Le voci e la maschera” di N. Di Gregorio, U. Giacomucci, M. Tornar (Tracce, Pescara 1986), “Voci nuove del Parnaso abruzzese” di V. Esposito (Edizioni dell’Urbe, Roma 1987) e “La cerchia antica” (Troilo Editore, Bomba 1995). “Personaggio tanto aperto e socievole quanto curiosamente timido nell’animo, tanto provvisto di gioviale e sfacciato buonumore quanto vibrante di una sensibilità sita in un interiore balbuziente pudore virginale”: questo il ritratto di Antonio Lemma che ci consegna Massimo Pamio nell’Introduzione alla silloge poetica “Fuori posto”.

Premio Letterario Nazionale Luigi D’Amico – Parrozzo” a Pescara

Sarà lo scrittore e regista Giacomo Battiato, nome di spicco del panorama cinematografico italiano, per aver diretto la serie tv in 8 episodi “Il nome della rosa”, tratta dall’omonimo romanzo di Umberto Eco, l’ospite d’eccezione del “Premio Letterario Nazionale Luigi D’Amico – Parrozzo”, giunto quest’anno alla terza edizione. La cerimonia di premiazione si terrà: domenica 13 ottobre, ore 10:30 Salette Dannunziane “Ritrovo del Parrozzo” (locale storico d’Italia), viale Pepe, 41 Pescara. Tante le personalità del mondo della cultura nazionale: oltre al regista Battiato, che riceverà il premio come rappresentante della “Identità culturale del nostro tempo”, interverranno lo scrittore e presidente di Giuria, Giovanni D’Alessandro, la scrittrice Paola Di Biase, ideatrice del concorso insieme a Pierluigi Francini, storico imprenditore pescarese. Un successo annunciato per terza seconda edizione, che ha raccolto oltre 90 volumi arrivati da tutta Italia. A comporre la Giuria del Premio (che gode del patrocinio della Regione Abruzzo e del Consiglio regionale) il presidente D’Alessandro e le docenti in materie letterarie Paola Di Biase, Diomira Mambella e Rossella Vlahov. Questi i vincitori dell’edizione 2019 (che saranno premiati domenica a Pescara): Premio Identità culturale del nostro tempo: Giacomo Battiato, scrittore e regista di cinema e tv, ha diretto tra gli altri, le fiction La piovra (1997-1998), Karol – Un uomo diventato papa (2005), Il nome della rosa – miniserie TV (2019). Nel 1996 pubblica Il suo primo romanzo, Fuori dal cielo; nel 2000 è edito da Arnoldo Mondadori Editore il suo secondo romanzo L’amore nel palmo della mano. Nel maggio del 2010 esce, edito da Gaffi, il suo terzo romanzo 39 colpi di pugnale. Sez. Letteratura per ragazzi – Beniamino Cardines – “Le avventure di Plastica” Ed. LFA Publisher Napoli, 2019. Scrittore, performer, regista pescarese, è stato premiato e segnalato in concorsi letterari nazionali per la poesia, il racconto, il romanzo, il teatro, il giornalismo. Sez. Saggistica – Domenico Palermo “I precursori dell’ambientalismo” Ed. Libellula Lecce, 2018. Le sue ricerche si concentrano sulla filosofia politica, sui movimenti ambientalisti e sugli effetti sociali della rete internet. Vincitore Opera Prima – Consuelo Valenzuela Ed. Stampa Alternativa “Case di artisti”, 2016  VT. Nata e vive a Roma, è membro della giuria del premio letterario “Paese delle Donne” che viene assegnato ogni anno presso la Casa Internazionale delle Donne a Roma. Vincitore Premio Speciale della Giuria – Alan Rossi “Storia della fiaba, genere pedagogico”, 2019  Ed. Helicon AR. Nato ad Arezzo, ha partecipato al Premio letterario nazionale “Scriviamo Insieme” di Roma e al Concorso letterario “La Ginestra di Firenze” risultando premiato in entrambi. Premio Abruzzo Natura – Edoardo Micati, scrittore, alpinista, ricercatore, grande riscopritore del patrimonio storico e artistico abruzzese. Premio Cultura e territorio – 11° Reparto Volo Polizia di Stato, rappresentato dal Comandante Primo Dirigente pilota, dott. Ettore Rossi.

Entra in famiglia”: riparte la stagione teatrale di CreatiVita a San Salvo

Quattordici spettacoli in cartellone, due Premi Ubu, sette compagnie nazionali. Sono i numeri della seconda stagione teatrale targata CreatiVita, in scena dal 9 novembre al Teatro del Centro Culturale “Aldo Moro” di San Salvo. Una stagione ricca di contenuti, variegata nelle tematiche affrontate, dalla fragilità di un padre di fronte alla disabilità per passare ad un’Alice nel paese delle Meraviglie del giorni nostri. L’apertura della stagione sarà affidata a Francesco Colella con l’intenso spettacolo “Zigulì”. Vincitore del prestigioso Premio Ubu e di numerosi altri premi nazionali, è tratto dall’omonimo libro di Massimiliano Verga con l’adattamento e la regia di Francesco Lagi. Lo stesso premio che è stato vinto dall’artista abruzzese Andrea Cosentino con lo spettacolo “Primi passi sulla Luna”, a San Salvo il 25 e 26 aprile. Nell’anniversario dei cinquanta anni dello sbarco sulla Luna, Andrea Cosentino, prendendo spunto dall’allunaggio e passando per il sessantenario della creazione della prima Barbie e i vent’anni dalla morte di Stanley Kubrick ci conduce in una viaggio esilarante, surreale e struggente. Viaggeremo attraverso le testimonianze di chi ha vissuto la trincea per poi catapultarci nell’universo spensierato e luccicante del varietà. Tra la vita e la morte si muoverà Adelina, interpretata da Elisabetta Aloia in “La lanara”. Chiuderà la rassegna “Aspettando che spiova” con Gianluca D’Agostino e Luigi Credendino. Abbonarsi a tutti e sette gli spettacoli sarà possibile entro l’8 novembre presso il Botteghino CreatiVita, in via Istonia 43C, mentre il biglietto singolo si potrà acquistare in prevendita sempre al Botteghino o online sul portale Do it Yourself.

Seminario concerto di Musica Elegentia alla Casa Circondariale di Lanciano

Venerdì 22 novembre, ore 10:30 presso Casa Circondariale di Villa Stanazzo, a Lanciano, Musica Elegentia, in occasione della festività di Santa Cecilia, terrà un seminario concerto dal titolo “L’interpretazione della musica antica”, diretto da Matteo Cicchitti, relatore e concertatore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *