Firmato importante protocollo d’intesa tra Presidenti Tribunali e tecnici della Provincia di Chieti

I rappresentanti degli Ordini e Collegi professionali dei tecnici della Provincia di Chieti hanno sottoscritto un importante protocollo d’intesa con i Presidenti dei Tribunali di Chieti, Lanciano e Vasto. L’incontro si è svolto ieri mattina presso il Tribunale di Lanciano alla presenza dei giudici Guido Campli, Riccardo Audino e Bruno Giangiacomo, rispettivamente presidenti dei Tribunali di Chieti, Lanciano e Vasto. Erano inoltre presenti per il Collegio dei Geometri, il presidente Geom. Claudio Bottone, per l’Ordine degli Architetti, il presidente Arch. Massimiliano Caraceni, per l’Ordine degli Ingegneri, l’Ing. Giuseppe Totaro, per l’Ordine dei Periti Industriali, il presidente Per. Ind. Leonardo Di Lorenzo, e per l’Ordine degli Agronomi il presidente Dott. Agr. Giuseppe Pugliese. In sostanza con il protocollo d’intesa sono stati sanciti nuovi criteri che i giudici adotteranno ai fini della liquidazione dei compensi spettanti agli esperti stimatori, sia nelle procedure esecutive immobiliari, sia nei fallimenti. L’esigenza di sottoscrivere un accordo tra tecnici liberi professionisti e Tribunali è nato in seguito alle recenti modifiche delle normative riguardanti appunto la liquidazione degli ausiliari del giudice. Il lavoro di questi ultimi, infatti, ha assunto finalità e contenuti tali che vanno ben oltre la semplice indicazione del valore dei beni, per cui, in sede di liquidazione, è nata la necessità di prendere in considerazione anche le attività diverse dalla mera valutazione che l’esperto estimatore è tenuto a svolgere. Tra l’altro, come sancisce in una sentenza la Cassazione, nessuna norma impedisce che attività aggiuntive siano retribuite a mezzo di criteri diversi. Il documento è costituito da sei articoli di riferimento per la liquidazione degli onorari e delle spese sostenute, tra le quali anche quelle di viaggio e di soggiorno. Insomma l’iniziativa intrapresa rappresenta sicuramente un importante passo in avanti per la giusta remunerazione delle fondamentali attività volte dai consulenti tecnici d’ufficio dei Tribunali della zona frentana e teatina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *