Aeroporto d’Abruzzo, Marcozzi (M5S) incontra i vertici della Saga: “Il MoVimento è per un vero rilancio della struttura”

Il Capogruppo M5S in Regione Abruzzo Sara Marcozzi ha incontrato il Presidente di Saga Enrico Paolini e il Direttore Generale Luca Ciarlini per fare il punto della situazione sulle questioni inerenti l’Aeroporto d’Abruzzo.

Ci tengo a ringraziare i vertici di Saga – commenta Marcozzi – per l’ospitalità e la collaborazione mostrata. L’incontro si è rivelato molto utile per comprendere quali siano le richieste primarie e più stringenti per l’azienda controllata dall’ente regionale. Fin dall’inizio dell’attività in Consiglio regionale, il MoVimento 5 Stelle ha posto grande attenzione alle sorti di questa struttura, così strategica e importante per la nostra economia. Riuscire a rendere l’Abruzzo una meta attraente per i turisti è uno di quei compiti che deve rimanere in cima all’agenda del governo regionale, vista la grande vastità di offerta della nostra terra. Per raggiungere l’obiettivo, il ruolo dell’Aeroporto diventa fondamentale, ed è per questo che abbiamo sempre avuto a cuore non solo il quantitativo di finanziamenti stanziati dall’Ente per il suo corretto funzionamento, ma anche come questi soldi vengano poi spesi. Troppo spesso, in passato, sono stati utilizzati fondi senza una precisa strategia e sono state mal utilizzate ingenti somme di denaro pubblico. Questo modus operandi non deve ripetersi di nuovo. Ci tengo però a sottolineare – conclude – molto chiaramente una cosa: la pianificazione del turismo non spetta a Saga, ma è competenza di Regione Abruzzo e dell’Assessore di riferimento. Spetta a Marsilio e alla sua Giunta delineare una visione a lungo termine per promuovere le bellezze della nostra regione in Italia e nel resto del mondo. Per adesso il centro destra non ha preso nessun provvedimento che vada in questa direzione. Mi auguro di vedere ben presto un cambio passo o saremo destinati a rimanere il fanalino di coda anche alla voce turismo e questo l’Abruzzo e gli abruzzesi non lo meritano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *