Padre Marcello Pallotta, nuovo superiore dell’abbazia di San Giovanni in Venere

Abbazia di San Giovanni in Venere in festa per l’arrivo del nuovo superiore dei padri passionisti. Da alcuni giorni, infatti, nell’antico monastero benedettino si è insediato padre Marcello Pallotta, religioso già noto alla comunità fossacesiana perché in passato ha trascorso diversi anni nel convento svolgendo la sua attività di evangelizzatore e di economo, promuovendo tra l’altro importanti eventi culturali. Tra questi gli incontri “Pròdromos”, organizzati insieme a padre Pino Simeoni, con grande successo di pubblico all’interno della cripta, per l’approfondimento della fede e con la partecipazione di autorevoli relatori. Inoltre va a lui il merito della costituzione, nel 2012, del coro liturgico dell’abbazia, che ancora oggi svolge il suo importante servizio animando le celebrazioni religiose. Padre Marcello prende il posto di padre Pierluigi Di Eugenio, superiore per dodici anni, che per il momento resterà in convento con gli altri passionisti. Nato nel 1959 a San Severo, padre Marcello è stato dal 2015 ad oggi superiore dei passionisti nel monastero di Montescosso, in provincia di Perugia. Ma la sua vita religiosa è iniziata tanti anni fa proprio a San Giovanni in Venere, dove è stato seminarista, per poi concludere gli studi nelle Marche e successivamente in Umbria, nella città di Perugia. Nei giorni scorsi il ritorno di padre Marcello è stato festeggiato calorosamente con una cena, in un noto ristorante della zona, organizzata dagli amici dei diversi gruppi che svolgono attività all’interno del monastero. Alla conviviale erano presenti anche i confratelli del nuovo superiore. Nell’occasione è stato salutato anche padre Pierluigi Di Eugenio, cui sono andati i ringraziamenti per l’importante attività svolta, con tanta dedizione, nei suoi anni di mandato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *