Spaccio, tentata usura ed estorsione: 4 arresti a Pescara

I Carabinieri di Pescara hanno eseguito oggi quattro ordinanze di cui tre in carcere ed una agli arresti domiciliari e denunciato due persone a conclusione di una operazione per spaccio continuato di sostanze stupefacenti, tentata usura ed estorsione continuata, mentre per due indagati a piede libero, favoreggiamento personale e reale.

I provvedimenti, emessi dal GIP presso il Tribunale di Pescara su richiesta della Procura della Repubblica, sono giunti dopo un’indagine svolta dagli uomini dell’Arma all’inizio dell’anno in seguito a una rapina avvenuta in una sala giochi della città. I fermati sono DR.S 35enne di Pescara ed il marito S.F. 37enne (quest’ultimo già detenuto in carcere), entrambi residenti nel quartiere “Rancitelli” e DA.J di anni 29 originario di Silvi (Teramo) , mentre agli arresti domiciliari è finito Z.D. 25enne, residente a Chieti Scalo. Nel corso delle indagini, è emersa la figura di spicco del 37enne nello spaccio di droga a Rancitelli e che era solito utilizzare minacce per ottenere dagli acquirenti il corrispettivo spettante per lo stupefacente ceduto, avvalendosi anche della moglie, e di uno dei due indagati, che deve rispondere solo di favoreggiamento perché trovato in possesso di una lista dei nomi degli acquirenti.

La coppia vendeva droga a persone che a loro volta spacciavano lo stupefacente acquistato anche a “credito” accumulando così debiti.

Le modalità di recupero del credito venivano effettuate mediante violenze e minacce rivolgendosi via telefono o tramite “whatsapp” nei confronti degli acquirenti inadempienti con frasi gravemente intimidatorie, e anche minacce di morte, pretendendo il saldo del debito con maggiorazioni ad interessi usurari di oltre il 50%.

I due arrestati sono stati tradotti, rispettivamente, presso la Casa Circondariale di Chieti e Pescara, a quello già detenuto in carcere è stata notificata l’ordinanza, mentre il quarto è stato ristretto ai domiciliari a Chieti Scalo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *