Sorgente Sant’Antonio Sponga di Canistro, i sindacati incontrano l’assessore regionale Campitelli

Nella giornata di oggi abbiamo avuto un importante e proficuo incontro con l’Assessore Regionale all’Urbanistica e Territorio, Nicola Campitelli per affrontare la questione del bando di gara regionale per l’affidamento della concessione della sorgente Sant’Antonio Sponga di Canistro (Aq)”.

E’ quanto dichiarano Feliciantonio Maurizi, della Fai Cisl, Marcello Pagliaroli, per Flai Cgil e Leonardo Lippa della Uila Uil.

Insieme ad una delegazione di lavoratori ex dipendenti Santa Croce abbiamo rappresentato al componente di giunta il rammarico che ancora una volta si trovano a provare le maestranze ed il sindacato a causa dell’ennesimo ritardo che le già di per sé complesse e farraginose procedure di gara stanno registrando. L’ultimo di una serie infinita di episodi che hanno visto concludersi con un nulla di fatto i due bandi precedenti e che, a quanto pare, non intendono risparmiare anche questa terza procedura messa in piedi dalla Regione Abruzzo, si è verificato alcuni giorni fa allorquando il seggio di gara, chiamato ad esprimersi sull’ammissibilità delle offerte pervenute, ha ritenuto di dover interpellare l’avvocatura regionale prima di dare una risposta definitiva, rimandando la decisione. Abbiamo voluto evidenziare all’Assessore Campitelli che per il rispetto che tutti noi dobbiamo alle famiglie dei 74 lavoratori rimasti da anni senza stipendio e senza più alcun ammortizzatore sociale è necessario che nel più breve tempo possibile si arrivi all’individuazione del nuovo concessionario cosicché a Canistro tornino serenità ed opportunità di lavoro. L’Assessore Campitelli, d’altro canto, ha confermato il suo impegno personale e quello dello stesso Presidente, Gianni Marsilio, affinché le attese del sindacato non rimangano ancora una volta deluse e si è impegnato a riconvocare la nostra delegazione entro una decina di giorni per gli aggiornamenti da noi richiesti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *