Fca-Sevel e sindacati stabiliscono nuovo accordo sulla turnazione

Sulla nuova e discussa turnazione alla Sevel di Atessa è stato raggiunto un nuovo accordo tra Fca e sindacati. A descriverlo è Nicola Manzi, segretario Uilm Chieti-Pescara: “L’intesa in Sevel varrà fino alla fine del 2020 e prevede un riconoscimento straordinario di 35 euro per il secondo turno del sabato, il mantenimento della volontarietà sul turno di notte e il ripristino della turnazione precedente dal lunedì al venerdì nel momento in cui dovessero venir meno le condizioni di mercato che hanno reso necessario il cambiamento. Il riconoscimento economico – aggiunge il rappresentate della Uilm – sarà corrisposto aumentando di 4,37 euro l’incentivo di produttività orario, voce come noto soggetta a detassazione. Infine si è definito che le parti si incontreranno entro il mese di maggio 2020 per verificare l’adeguatezza complessiva delle soluzioni indicate nel presente verbale, anche in relazione all’analisi di possibili soluzioni per poter uscire prima il sabato. Siamo riusciti a pattuire 35 euro anche per recuperare il ritardo con cui siamo arrivati all’accordo a causa della sospensione del confronto dall’8 ottobre ad oggi. Nel prossimo futuro – aggiunge il segretario Uilm – dovremo prestare la massima attenzione agli sviluppi di mercato e di investimento, poiché PSA, con cui peraltro la fusione sembra davvero prossima, nel 2021 inizierà la produzione in Polonia di circa 100mila veicoli l’anno sulla medesima piattaforma del Ducato. Sevel purtroppo, dopo quarant’anni, non avrà più il monopolio della produzione del veicolo commerciale leggero a marchio Fiat e Peugeot in Europa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *