Turismo 2020, i premi Sangro Aventino Accogliente e Ospitale

Al Palazzo degli Studi di Lanciano si è svolta nei giorni scorsi la manifestazione “Turismo 2020: verso un territorio che ci crede!”, organizzata dalla DMC “Terre del Sangro Aventino” e dal GAL Maiella Verde.

Durante il pomeriggio sono stati presentati i risultati dell’undicesima edizione della Sangro Aventino Card, la guida turistica (sia cartacea che digitale) del territorio che offre sconti e agevolazioni ai turisti.

All’interno della brochure sono contenute informazioni che aiutano i turisti a scegliere cosa visitare, dove mangiare, cosa comprare e cosa fare nel Sangro Aventino.

Il possessore della card ha la possibilità di accedere con ingresso con tariffa ridotta o di fare una visita guidata con tariffa ridotta, presso i seguenti siti turistici: Riserva Naturale Regionale Lecceta di Torino di Sangro, Abbazia di San Giovanni in Venere e Casa Museo Palazzo Mayer, Polo Museale Santo Spirito, Museo Diocesano Lanciano, Castello Ducale di Casoli, Museo Naturalistico Centro Visita del Parco Nazionale della Majella – Fara San Martino, Abbazia di San Martino in Valle, Centro di documentazione del Fiume Verde – Gualchiera Orsatti, Parco Archeologico e Museo di Iuvanum, Grotte del Cavallone, Museo Naturalistico Centro Visita del Parco Nazionale della Majella – Lama dei Peligni, Area Faunistica del Camoscio Appenninico del Parco Nazionale della Majella, Museo dell’Orso Marsicano del Parco Nazionale della Majella, Area Faunistica dell’Orso Bruno del Parco Nazionale della Majella, Eremo Celestiniano Madonna dell’Altare, Centro di Documentazione Museo del Peperone Dolce di Altino, Castello Medievale di Roccascalegna, Museo Etnografico, Museo del Medio Sangro, Riserva Naturale Regionale Cascate del Verde, Riserva Naturale Regionale Abetina di Rosello.

Nel 2019 hanno aderito al progetto 136 operatori turistici (ristoranti, prodotti tipici e servizi), di cui 68 garantiscono uno sconto al turista possessore della card, dal 5% al 20%.

Questi ultimi sono suddivisi in filiere produttive, tra cui i Presidi Slow Food del territorio (Salsicciotto Frentano, Peperone Dolce di Altino, Fico Secco Reale di Atessa), le altre produzioni tipiche del territorio (vino, olio, ecc.), la ristorazione nelle sue varie sfaccettature (ristoranti segnalati dalle guide, agriturismi, trabocchi, street food), i servizi turistici (guide, servizi di rafting, ecc.).

Nel 2019 sono state distribuite 32450 brochure presso i punti convenzionati, i siti turistici, le strutture ricettive e i punti informativi del territorio.

In totale sono state registrate 3012 utilizzi della Sangro Aventino Card per richiedere uno sconto, in particolare 2151 card utilizzate presso i siti turistici, 406 presso i ristoranti, 384 per l’acquisto di prodotti tipici e 71 utilizzi per richiedere un servizio turistico.

Le card sono state utilizzate principalmente nel territorio della Maiella Orientale, a seguire Val di Sangro, Costa dei Trabocchi e Lanciano.

Ma come si muove il turista nel nostro territorio?

Dai dati analizzati si evince che le Sangro Aventino Card distribuite nel territorio della Costa dei Trabocchi vengono utilizzate per il 51.4% presso i punti convenzionati della costa, quindi si tratta di turisti che scelgono di non spostarsi e visitare la costa dei trabocchi.

Il turista frentano, che ritira la Sangro Aventino Card presso una struttura ricettiva o un punto convenzionato nella città di Lanciano, preferisce visitare per il 67% dei casi la Maiella Orientale, per il 25% la Val di Sangro e per il 9% la Costa dei Trabocchi.

Al contrario della Costa dei Trabocchi, i turisti che ritirano la card in Val di Sangro o nella Maiella Orientale preferiscono visitare e utilizzare la card presso il territorio montano.

Quest’anno, per la prima volta, si è scelto di premiare le strutture che si sono distinte sia per quanto riguarda il numero di sconti effettuati con la card sia per quanto riguarda la distribuzione del materiale promozionale fatta in maniera efficiente, ossia valutare quante delle card distribuite da una determinata struttura sono state poi effettivamente utilizzate.

A premiare le strutture sono stati vari ospiti, tra i quali: Paolo Primavera (Presidente della Soc. Cons. Sangro Aventino), Marusca Miscia (Assessore al Turismo Comune di Lanciano), Giovanni Di Nunzio (componente del comitato d’attuazione della DMC Terre del Sangro Aventino), Tiziano Teti (presidente GAL Maiella Verde), Davide Ammirati (Fiduciario Condotta Slow Food Lanciano), Valentino Di Campli (Presidente del Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo), Lido Legnini (Vice Presidente CCIIA Chieti), Raffaele Trivilino (Direttore Soc. Cons. Sangro Aventino).

Diverse sono state le categorie delle strutture premiate, nello specifico: Per la categoria, maggior numero di visite con la Sangro Aventino Card, hanno ritirato il premio il Museo Diocesano per Lanciano, il Castello Medievale di Roccascalegna per la Val di Sangro e l’Area Faunistica dell’Orso Bruno del Parco Nazionale della Maiella per la Maiella Orientale. Per quella maggior numero di sconti con la Sangro Aventino Card, hanno ritirato il premio la Cantina Frentana, il Trabocco Sasso della Cajana e lo Zoo d’Abruzzo per la Costa dei Trabocchi, Crea le tue idee (oreficeria artigianale), La Locanda del Corvo e Abruzzo Rafting per la Maiella Orientale, Apicoltura Luca Finocchio e Agriturismo Villani Il Vecchio Moro per la Val di Sangro. Categoria, efficienza nella distribuzione (rapporto tra card distribuite e card effettivamente utilizzate per richiedere sconti), i premi sono andati a Azienda Agraria Il Gelso, Cantina Frentana, Mare Blu Beach Club, Tema Bowling, Info Point Marina di Fossacesia, Il Giardino fra gli Ulivi, Camping Village Miramare, Camping Sun Beach per la Costa dei Trabocchi, Ristorante Il Pino, infopoint TIME, Agriturismo Angelucci per Lanciano, Eremo Celestiniano Madonna dell’Altare, Forno Pasticceria Monte Amaro, Birrificio Mezzo Gaudio, Abruzzo Rafting, Residence La Piazzetta, Affittacamere Da Oreste, Hotel Del Camerlengo per la Maiella Orientale, Castello Medievale di Roccascalegna, Apicoltura Tieri, Associazione di Tutela del Peperone Dolce di Altino – Oasi di Serranella, La Locanda del Corvo, Casa VistaVerde, Hotel Nido delle Rondini per la Val di Sangro e altre strutture extra territoriali come Ama Trekking di Pescocostanzo, Info point di Vasto Marina, Agriturismo Colle Tripio di Guardiagrele, Cipriani Park Hotel di Rivisondoli.

E’ stato consegnato un premio speciale per le realtà territoriali che hanno collaborato con particolare impegno alla preparazione, promozione e alla divulgazione dei materiali promozionali realizzati dalla DMC “Terre del Sangro Aventino” allo IAT di Ortona e al Punto d’Informazioni Turistiche di San Vito Chietino.

Infine sono stati premiati i comuni che hanno ricevuto più visite con la Sangro Aventino Card, sono intervenuti per ritirare il premio Domenico Giangiordano sindaco di Roccascalegna, Gianni Di Rito sindaco di Rocca San Giovanni e Giovanni di Fiore vice sindaco di Palena.

L’incontro si è concluso con un aperitivo del territorio nei suggestivi locali del Wine Club Eredi Legonziano, a base degli ottimi spumanti della Cantina Eredi Legonziano, e dei prodotti dell’Associazione “Comunità dei Salumi Frentani”, dell’Associazione di Tutela del Peperone Dolce di Altino e dell’Associazione per il recupero e la tutela del Fico Reale di Atessa, che hanno realizzato questo momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *