Mozzagrogna, il Gruppo Tradizione e Futuro chiede chiarezza al sindaco sull’ampliamento della discarica di Cerratina

Chiarezza da parte della maggioranza sul paventato ampliamento della discarica di Cerratina; la costituzione di una Consulta comunale per l’ambiente e l’ecologia. Sono questi alcuni dei capisaldi della mozione del Gruppo Consiliare Tradizione e Futuro di Mozzagrogna, avanzata al sindaco di Mozzagrogna, Tommaso Schips. I Consiglieri

Filippo Manci, Giuseppe Luciani e Simone Di Giulio, nella loro richiesta, che interpreta anche la posizione di cittadini e imprenditori di Mozzagrogna, chiedono tra l’altro l’inserimento nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale dell’argomento. Nella mozione il Gruppo Consiliare Tradizione e Futuro porta in evidenza il fatto che “il presidente della EcoLan, Massimo Ranieri ha comunicato all’assemblea dei Sindaci la necessita’ di ampliare l’attuale discarica di Cerratina ubicata in un area posta a confine con il comune di Mozzagrogna, in quanto la capacita’ residua sarà satura tra quattro anni. Rilevato che la realizzazione dell’intervento è tale da compromettere in maniera irreversibile il territorio interessato dalla discarica ed in particolar modo la contrada di Castel di Sette, nel Comune di Mozzagrogna pregiudicandone oltre gli aspetti naturalistici anche quelli economici connessi alle colture di pregio presenti sull’areaaffermano Manci, Luciani e Di Giulio. I tre consiglieri chiedono inoltre che il sindaco Schips, si impegni ad effettuare un accesso immediato agli atti della ECOLAN S.p.a relativi alla documentazione inerente il progetto di ampliamento della discarica; a esprimere dissenso, con ogni opportuno provvedimento, all’avvio dell’iter relativo all’ampliamento della discarica di Cerratina come proposto e comunicato dalla società’ ECOLAN S.p.a all’assemblea dei Sindaci; a sensibilizzare e coinvolgere nelle iniziative di cui sopra le amministrazioni dei Comuni limitrofi; a relazionare al Consiglio Comunale sulle attività intraprese dall’Amministrazione; ad adottare tutte le iniziative, anche in sede giudiziale, utili a contrastare il progetto di ampliamento della discarica sita in località Cerratina; ad avviare immediatamente l’iter di istituzione di una  Consulta Comunale per l’ambiente e l’ecologia, che dovrà avere il compito di proporre e realizzare iniziative per il controllo e la salvaguardia dell’ambiente e del territorio comunale, suggerire attività e misure all’amministrazione comunale funzionali al miglioramento delle condizioni ambientali. La consulta sara’ organismo comunale propositivo e consultivo normato da apposito regolamento. Gli argomenti di sua pertinenza saranno la tutela dell’aria,dell’acqua e del suolo,il verde pubblico,i rifiuti,l’inquinamento acustico,ogni ulteriore problematica inerente l’ecologia, l’ambiente ed il territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *