Incidente sul lavoro alla Sevel: operaio muore schiacciato da un elevatore

Incidente sul lavoro nello stabilimento Sevel di Atessa, Un giovane operaio di 28 anni, ha perso la vita nella mattina di oggi, schiacciato da un elevatore. L’operaio, addetto di una ditta esterna, da quel che si è appreso, mentre era intento ad eseguire degli interventi di manutenzione nel reparto lastratura nella fabbrica del Ducato, chiusa in questo periodo per le vacanze natalizie, è stato travolto dal macchinario che si è attivato improvvisamente. Soccorso, per lui non c’è stato nulla da fare. I carabinieri della Compagnia di Atessa, su disposizione del pm di Lanciano, Serena Rossi, stanno cercando di ricostruire quanto avvenuto ed hanno transennato l’area. Il giovane è originario del frusinate ed è la prima vittima sul lavoro del 2020 in Italia.

La FCA esprime profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia per la tragica scomparsa di Cristian Terilli, dipendente della ditta Sinergia, deceduto questa mattina nello stabilimento della Sevel di Atessa durante un intervento di manutenzione per conto della Comau, società del Gruppo FCA. L’Azienda, per quanto di sua competenza, sta collaborando attivamente con le autorità competenti che stanno compiendo gli accertamenti sulle cause dell’incidente drammatico ed eccezionale.

Sul mortale incidente è intervenuta anche la UilM, attraverso il Segretario Generale, Rocco Palombella. In una nota, l’esponente della sigla sindacale afferma: “Manifestiamo tutto il nostro dolore e la nostra rabbia per la morte di questo ragazzo, di questo lavoratore che oggi purtroppo non tornerà a casa. Oltre al dolore che ci unisce alla famiglia – prosegue – la morte di questo lavoratore ci deve ricordare che la sicurezza sui luoghi di lavoro è un diritto irrinunciabile che ogni dipendente deve pretendere tutti i giorni e in ogni circostanza. Noi della Uilm sosteniamo che la sicurezza sul lavoro sia una questione di cultura mentale – conclude – dove il datore di lavoro in simbiosi con il lavoratore possono fare in modo che queste cose non possano più accadere. Con la gestione dei mancati infortuni possiamo fare in modo che gli infortuni non possano più accadere! Con la formazione congiunta tra Rspp e Rls possiamo sensibilizzare tutti”.

Il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, esprime profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia di Cristian Terilli deceduto questa mattina nello stabilimento della Sevel di Atessa. Un decesso che turba profondamente le nostre coscienze e ripropone la necessità di non abbassare mai la guardia nella ricerca della massima sicurezza nei luoghi di lavoro.

Un’altra sigla sindagale, l’Ugl, con il suo Segretario Generale, Paolo Capone sottolinea che il “2020 si apre nel peggiore dei modi con un’ennesima e tragica morte sul lavoro. E’ in corso una vera e propria strage inammissibile per un paese civile. E’ necessario aumentare i controlli e garantire una formazione adeguata, soprattutto nei settori soggetti ad un rischio maggiore. L’UGL sarà in tour anche nel 2020 con la campagna ‘Lavorare per Vivere’ per porre l’attenzione dell’opinione pubblica sul triste fenomeno delle morti bianche.”

Ad Atessa, il sindaco della Città, Giulio Borrelli, ha deciso di far rinviare lo spettacolo di ‘Nduccio su Gabriele D’Annunzio, previsto per questa sera in segno di lutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *