Operazione denominata Black Bag a L’Aquila su traffico di rifiuti

Quattro indagati, di cui tre aquilani, 16 perquisizioni personali, domiciliari e locali, sequestrati migliaia di atti contabili, formulari, documenti di trasporto, fatture, falsi certificati di analisi, diversi computer, materiale informatico e cellulari. Sono i provvedimenti eseguiti oggi dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di L’Aquila, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia della città capoluogo, nell’ambito di una indagine relativa ad un’ipotesi di reato riconducibile al traffico di rifiuti.

L’operazione denominata Black Bag ha visto impegnati 50 Carabinieri Forestali appartenenti ad 11 Stazioni del comprensorio aquilano, al Gruppo Carabinieri Forestale e allo stesso NIPAAF, con la collaborazione di Carabinieri Forestali del Frusinate, del Beneventano e del NIPAAF di Napoli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *