Edilizia sanitaria, Taglieri e Fedele (M5S): “Se ci son fondi da utilizzare si pensi alle priorità”

Questa Giunta regionale al di là delle numerose promesse in campagna elettorale sull’edilizia sanitaria degli ospedali di Lanciano e Avezzano, ha stanziato in Bilancio zero euro. Se oggi i fondi arrivano dal Ministero, colmando l’enorme carenza, vorremmo che si ragionasse per la prima volta su una base documentale da cui stilare le priorità effettive, tenendo ben presenti le necessità reali dei cittadini”.

E’ quanto affermano Giorgio Fedele e Francesco Taglieri (M5S), quest’ultimo Vice Presidente della commissione Sanità in Regione Abruzzo.
“Se fondi ci sono che siano utilizzati per le emergenze – sottolineano e indicano negli ospedali Avezzano e Lanciano quelli su cui è impossibile ritardare ancora, perchè vivono estreme situazioni di disagio sul fronte sicurezza. Avezzano, per esempio, è la struttura sanitaria con il più basso indice di vulnerabilità sismica in regione Abruzzo, oltre che numerose criticità legate agli spazi a disposizione per personale sanitario e pazienti. Sappiamo che sul fattore sicurezza dei locali spicca la situazione del Renzetti di Lanciano – incalza Taglieri –. Dopo il problema causato dall’amianto i passaggi interrati, gli unici che collegano i vari blocchi della struttura, sono stati considerati inagibili dai Vigili del Fuoco e quindi pazienti e operatori sono costretti a spostarsi tramite le vie di superficie che impongono, in molti casi, di dover uscire all’esterno e rientrare nelle varie strutture. Un isolamento dei singoli padiglioni che porta non pochi rischi ai pazienti e altrettanti al personale sanitario che non lavora in sicurezza. Sono presenti, inoltre, carenze sui coefficienti termici che impongono un adeguamento degli infissi e della struttura muraria. E ancora persiste, dopo anni, la necessità di una bonifica generale, visto che in alcune zone è ancora presente l’amianto. Alla luce di questo il Renzetti non può essere dimenticato e se ci sono interventi di edilizia sanitaria da programmare grazie ai fondi stanziati dal Governo è impensabile che l’ospedale di Lanciano noi sia tra i primissimi posti del cronoprogramma. E’ tempo che la dirigenza Asl e la Regione Abruzzo che la gestisce, ragionino su base prioritaria tenendo presente ciò che serve ai cittadini e non solo ciò che conviene alla compagine politica di turno. Mi auguro – conclude Taglieri – che alla riunione tra Giunta e Asl, secondo alcuni organi di stampa programmata per il 16 gennaio, siano queste le argomentazioni sul tavolo – conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *