San Vito, polemiche per la realizzazione di una piattaforma in cemento in piazza Garibaldi

Monta la polemica, a San Vito Chietino, per la realizzazione di una piattaforma permanente in cemento voluta dall’Amministrazione comunale in piazza Garibaldi. E, come di solito accade, c’è chi plaude all’iniziativa e chi invece ritiene che l’opera abbia deturpato irrimediabilmente la piazza principale del Comune costiero. La costruzione è stata ufficialmente contestata dai gruppi consiliari di Nuova Alleanza per San Vito e Viviamo San Vito che, attraverso una serie di manifesti affissi nel territorio comunale, hanno reso noto il loro disappunto. «L’Amministrazione comunale – scrivono i consiglieri di minoranza – hanno stravolto irrimediabilmente l’architettura ultrasecolare e la fruibilità di piazza Giuseppe Garibaldi, la storica piazza principale del paese, senza neanche coinvolgere il Consiglio comunale». A detta dei consiglieri di minoranza, la realizzazione della piattaforma avrebbe generato diverse problematiche. Tra queste l’impossibilità di svolgere in piazza spettacoli importanti in quanto non sarà più attuabile la realizzazione di un palco adeguato, tant’è che il Comitato Feste Sanvitesi ha comunicato il suo scioglimento. Ci sarebbe poi la riduzione dei già limitati posti auto. Infine, considerata l’impossibilità di svoltare con le auto dinanzi al vecchio palazzo municipale, è previsto l’inevitabile aumento del traffico veicolare nelle strette vie del centro storico con probabili disagi per i residenti. I gruppi di minoranza sostengono inoltre che per l’opera in questione sono stati malamente spesi 33mila euro, lasciati dalla precedente amministrazione di centrodestra, che potevano essere meglio utilizzati per ristrutturare ad esempio la pavimentazione in porfido dell’antica piazza del paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *