Il Premio Federico Caffè all’Alessandrini di Montesilvano

E’ stato ricordato nei giorni scorsi l’illustre studioso pescarese. In occasione del Premio Federico Caffè, promosso dallo SPI-CGIL e dall’Associazione Federico Caffè, nell’aula magna “Gianni Pagannone” dell’IIS Alessandrini, si è svolto un incontro di approfondimento sulla figura e l’opera dell’insigne economista pescarese, maggior esponente in Italia del pensiero keynesiano. 

All’incontro hanno preso parte le classi 4 A Turismo e 4 A AFM, con le alunne Giulia Comignani, Ilaria Crisante, Michelle Ciantra e Giorgia Malandra, impegnate nell’elaborazione di un saggio sulla disoccupazione giovanile, nell’ambito dell’annuale edizione del prestigioso concorso.

Dopo la proiezione di un audiovisivo sulla vita, il pensiero e l’opera del professor Caffè, Angelo Pompei, docente di materie letterarie nell’istituto superiore di Montesilvano, ha illustrato agli studenti le battaglie politiche e civili attraverso cui l’economista ha dispiegato, a partire dalla scrittura della parte economica della Costituzione e fino alla morte, nel 1987, la sua costante e instancabile attività intellettuale “dalla parte dei più deboli”. E’ intervenuto poi Silvestro Profico, ex dirigente della Banca d’Italia ed allievo del maestro, il quale ha parlato delle qualità umane del professore – soprattutto la parsimonia, l’austerità e il rigore morale- e dello speciale rapporto da lui coltivato per tutta la vita con i giovani che ne seguivano l’insegnamento nella facoltà di economia della Sapienza di Roma. Alla fine della sua lunga carriera ben 1200 sono stati gli studenti che si sono laureati con l’economista e circa 200 sono stati i lavori, le pubblicazioni e i libri ascritti al suo nome. La stella polare della sua azione è stata la lotta alla disoccupazione e alle diseguaglianze sociali e la piena affermazione del welfare state, da realizzare attraverso una paziente e intellettualmente attrezzata opera riformatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *