I tir possono tornare sul Viadotto Cerrano della A14

Accolta da parte dell’Autorità giudiziaria di Avellino l’istanza presentata dalla Direzione di Tronco di Pescara di Autostrade per l’Italia relativa alla rimozione del divieto di circolazione dei mezzi pesanti con massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate sul viadotto Cerrano al km 356 della A14.

Permangono, fa sapere Aspi, le limitazioni già presenti prima del provvedimento: il divieto di circolazione sulla corsia di marcia, l’interdistanza minima di 100 metri tra i veicoli in transito, limite di velocità di 60km/h per i veicoli leggeri e di 40 km/h per i veicoli pesanti, il divieto di sorpasso. Le limitazioni vengono integrate con il divieto di transito per i trasporti eccezionali e per quelli adibiti al trasporto di merci pericolose (Adr).

La riapertura al traffico pesante del viadotto diventerà effettivamente operativa nel tempo tecnico strettamente necessario per l’installazione della segnaletica relativa al divieto di transito delle merci pericolose, le cui procedure di lavorazione sono state immediatamente avviate.

Le tempistiche esatte di riapertura saranno comunicate a stretto giro dalla Direzione di Tronco di Pescara di Autostrade per l’Italia.

“Si tratta di un primo importante risultato perché, comunque l’autostrada resta un osservato speciale dato che sappiamo che sono in corso – da parte di Autostrade per l’Italia, realtà con la quale ci siamo sempre rapportati, – i lavori per il monitoraggio del viadotto e ci saranno interventi successivi per garantirne la sicurezza. Poi occorrerà continuare a concentrarsi sulla questione guard rail, che sono ancora posti sotto sequestro, per la quale auspichiamo possa trovarsi una soluzione al più presto in vista dell’avvicinarsi della stagione estiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *