Porto di Vasto, 12 milioni dalla Regione per il potenziamento infrastrutturale

La Regione Abruzzo ha destinato 12 milioni di euro per il potenziamento infrastrutturale del porto di Vasto, considerato uno snodo strategico per il tessuto produttivo regionale. I fondi, recuperati da una rimodulazione al Piano nazionale degli investimenti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, prevede l’ampliamento della banchina di levante (da 60 a 85 metri) per consentire l’ingresso della ferrovia nello scalo vastese e il prolungamento del molo di soprafflutto. Per il dragaggio, invece, è disponibile 1 milione 170mila euro, i lavori partiranno a breve.

«Si tratta di un intervento molto importante, abbiamo lavorato un anno per reperire i fondi che saranno impiegati per il potenziamento del porto di Vasto – ha esordito il presidente della Giunta Marco Marsilio -. La precedente programmazione, infatti, destinava i finanziamenti solo per i porti nazionali, cioè a Pescara e Ortona, impoverendo di fatto il sistema dei porti regionali (Giulianova e Vasto). Noi abbiamo invertito la tendenza: nel bacino portuale di Vasto – ha aggiunto Marsilio – andremo a realizzare la nuova banchina che consentirà a Rfi di realizzare le infrastrutture ferroviarie. Questo investimento – ha concluso il presidente – permetterà di ampliare i traffici commerciali e accrescere la circolazione delle merci nella nostra regione».

Insieme con il presidente Marsilio erano presenti, questa mattina a Vasto, nella sede dell’Arap, gli assessori regionali Febbo e Campitelli, il sottosegretario Umberto D’Annuntiis, e i consiglieri regionali Manuele Marcovecchio e Sabrina Bocchino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *