Sospetto caso di Coronavirus: ragazza di Lanciano sotto osservazione

Una ragazza di 17 anni di Lanciano che accusava febbre e tosse, si è presentata accompagnata da un familiare al pronto soccorso dell’ospedale Renzetti preoccupata delle sue condizioni dopo aver trascorso alcuni giorni a Padova dal 3 al 16 febbraio scorso. La ragazza ha deciso di presentarsi spontaneamente in ospedale accompagnata dai suoi genitori. Non essendovi disponibilità di posti letto è stata trasferita in ambulanza a Vasto dove è stata ricoverata nel reparto di malattie infettive. L’area dove la giovane è stata ospitata è stata completamente isolata dal resto della struttura ospedaliera. I sanitari hanno provveduto subito ad effettuare un tampone che è stato trasferito nei laboratori di analisi dell’ospedale di Pescara. Sulla vicenda è stata diramata una nota dall’assessorato alla Sanità della Regione Abruzzo.

“A scopo precauzionale – si legge dall’informativa della Regione – i sanitari ne hanno disposto il trasferimento all’ospedale di Vasto, dove sarà trattenuta in isolamento nel reparto di malattie infettive in attesa dei risultati del tampone per il Covid 19 (i campioni sono stati inviati al laboratorio di riferimento di Pescara), che dovrebbero arrivare nel corso della nottata. Le sue condizioni generali non destano preoccupazione e non presenta particolari problemi respiratori”.

Gli accertamenti ovviamente stabiliranno meglio il caso nel quale, tra l’altro, non si sono tenute in debita considerazioni le indicazioni che in questi giorni abbandono e diffuse dal Ministero della Salute, come quella di contattare il numero verde 1500, attivo 24 ore su 24, anziché recarsi in ospedale e rivolgersi al proprio medico curante prima di andare in ospedale. A livello locale, la Asl Lanciano-Vasto-Chieti ha attivato un numero verde, l’800860146 per le emergenze. Per gli altri sono questi: Asl Pescara 3336162872 e 118; Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila 118, Asl Teramo 800090147.

La Regione ha fatto sapere attualmente non c’è nessun rischio né allarme e che diramerà comunicati per tenere informata la popolazione.

Naturalmente all’interno dell’Ospedale “S. Pio” sono stati rafforzati i sistemi di sicurezza ampliando il cordone di sicurezza attorno al piano della struttura dove è ubicato il reparto di malattie infettive diretto dalla dott.ssa Maria Pia Sciotti. Tutti i sanitari dell’Ospedale di Vasto sono stati invitati a seguire ed attuare il protocollo diramato nei giorni scorsi dal Ministero della Sanità.  

In merito alla ragazza, trasferita dall’ospedale di Lanciano a quello di Vasto, il sindaco, Francesco Menna evidenzia che le condizioni generali della diciassettenne non destano preoccupazione e non presenta particolari problemi respiratori. Per escludere o confermare il contagio con il Coronavirus sarà necessario attendere i risultati dei prelievi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *