Abruzzo, terzo caso di Covid 19 accertato

E’ positivo al Covid 19 il secondo test, eseguito dall’Istituto Superiore di Sanità, sull’uomo ricoverato in isolamento all’ospedale di Pescara. Il paziente, residente in un Comune dell’area metropolitana Chieti-Pescara, aveva riferito di essere rientrato la scorsa settimana da un viaggio di lavoro in Lombardia e di aver quasi immediatamente accusato dei sintomi influenzali che lo avevano portato a rimanere in casa.

E’ risultata negativa al test del Coronavirus una studentessa aquilana ricoverata in serata al reparto Malattie infettive dell’ospedale San Salvatore de L’Aquila con febbre alta, problemi respiratori ed altri sintomi tipici del virus. Il quadro delle criticità era complicato dal fatto che la giovane, molto conosciuta in città e con una fitta rete di relazioni, studia nel Nord Italia e nelle scorse settimane, come sua abitudine, ha viaggiato molto in giro per l’Europa. Immediatamente è stato inviato il tampone a Pescara dove nel giro di poche ore, con la soluzione del doppio responso, è arrivato il risultato negativo con un grosso sospiro di sollievo da parte di dirigenti e medici. L’arrivo in ospedale con il ricovero è coinciso con la conferma della positività dell’altra studentessa ricoverata nel reparto Malattie infettive che comunque continua a migliorare.

POSITIVO IL PRIMO TEST SU MOGLIE E FIGLIO DEL PAZIENTE RICOVERATO A TERAMO

Sono risultati positivi al Covid 19 i primi test – eseguiti nei laboratori del Centro di riferimento regionale di Pescara – sulla moglie e il figlio del paziente brianzolo in vacanza a Roseto, ricoverato da mercoledì all’ospedale di Teramo. Il test sulla figlia dell’uomo ha invece dato esito dubbio. I campioni saranno ora inviati all’Istituto Superiore di Sanità per le controanalisi. Tutta la famiglia si trova attualmente ricoverata in isolamento nel reparto di malattie infettive del Mazzini.

NEGATIVO IL TEST SULLA MOGLIE DEL PAZIENTE RICOVERATO A PESCARA

E’ risultato negativo al Covid 19 il test eseguito sulla moglie del paziente ricoverato all’ospedale di Pescara. La donna resta comunque in isolamento domiciliare, con sorveglianza sanitaria attiva da parte della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, che monitorerà costantemente eventuali mutamenti del suo quadro clinico.

Coronavirus Asl Lanciano Vasto Chieti, numero verde 800860146, Web e canali social @asl2abruzzo per informazioni ai cittadini

La Asl Lanciano Vasto Chieti ha messo a disposizione dei cittadini il numero verde 800860146 attraverso il quale i medici incaricati dall’Azienda rispondono alle richieste di informazioni e danno indicazioni sulle misure per il contenimento del contagio. Il servizio è attivo 24 ore al giorno.

Su www.asl2abruzzo.it sono disponibili informazioni utili per i cittadini e gli operatori, nonché un vademecum e una video guida che chiarisce dubbi e indica le procedure da seguire. 

Su facebook.com/asl2abruzzo e t.me/asl2abruzzo (Telegram) la Asl pubblica le notizie più rilevanti e validate con le indicazioni sanitarie per pazienti e operatori, nonché le informazioni di servizio ufficiali diffuse dalle istituzioni competenti. 

Su twitter.com/asl2abruzzo sono disponibili aggiornamenti più frequenti, con l’aggiunta delle notizie e commenti più rilevanti dall’Abruzzo, dall’Italia e dal resto del Mondo. L’account @asl2abruzzo con news aggiornate è anche su Instagram, Linkedin e YouTube.

L’Azienda sanitaria locale ribadisce l’invito ai cittadini a non recarsi nei Pronto soccorso degli ospedali, ma a rivolgersi telefonicamente al proprio medico curante in caso di sintomi simili a quelli dell’influenza, febbre, malessere, tosse, raffreddore o tutti insieme. Se si è stati in zone a rischio o a contatto con persone malate, va fatto subito presente. Il medico farà una prima valutazione del caso e solo eventualmente avvierà le procedure necessarie.

Per evitare, infatti, il propagarsi del contagio è fondamentale che il paziente non si rechi da solo (quindi senza alcuna precauzione) nelle sale di attesa e di triage dei Pronto soccorso.

RISCOSSIONE PENSIONI REGOLARI ALLE POSTE, MA SENZA SOVRAFFOLLAMENTO

In considerazione al pagamento delle pensioni, prevista dalla giornata di domani mattina, considerato tutti gli sforzi per una corretta prevenzione, Poste Italiane ha inviato nella giornata di ieri una comunicazione di tutti gli i Direttori e Operatori Postali, indicazioni utili per evitare il sovraffollamento da parte della clientela negli Uffici Postali. Il servizio non sarà interrotto e sarà continuativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *