Ortona: il sindaco apre il Coc. Nuovi 5 casi in Abruzzo di positivi al Covid 19

 TUA predispone nuove misura di sicurezza sui propri mezzi

Dopo il decesso del barista cinquantottenne di Caldari, il Sindaco di Ortona, Leo Castiglione, come avvenuto in altri comuni d’Abruzzo, ha deciso di attivare il COC, Centro operativo comunale, per fronteggiare al meglio l’emergenza CoronaVirus. Il primo cittadino ha inoltre invitato la cittadinanza a non affollare il pronto soccorso ed in caso di sintomi contattare il proprio medico di base oppure il numero verde della ASL 800 860 146. Castiglione ha poi emanato un’ordinanza di sospensione di tutte le attività aggregative del comprensorio fino a nuove disposizioni.

CORONAVIRUS: ALTRI 5 CASI IN ABRUZZO POSITIVI AL PRIMO TEST

Nei test eseguiti oggi nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, sono emersi 5 nuovi casi positivi al Covid 19.

Il primo riguarda un uomo di Manoppello, ricoverato in isolamento all’ospedale di Pescara con una sindrome respiratoria.

Ci sono poi marito e moglie di Pescara, posti invece in isolamento domiciliare con sorveglianza sanitaria attiva da parte della Asl, perché pressoché asintomatici. Hanno raccontato di essere appena rientrati da una vacanza nel nord Italia.

Il quarto paziente positivo è un uomo ricoverato all’ospedale di Penne con patologia respiratoria. Sarà trasferito all’ospedale di Pescara.

L’ultimo è un 60enne residente a Roma, che si trovava in Abruzzo per un breve soggiorno. Ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Avezzano, sarà ora trasferito al policlinico Gemelli di Roma. Ha riferito di essere stato in vacanza sulle Alpi e di aver avuto contatti con dei cittadini olandesi, risultati poi positivi al contagio.

Per tutti sono scattate le misure di sicurezza sanitaria nei confronti dei familiari e si procederà alla ricostruzione dei contatti avuti negli ultimi giorni.

Con questi ultimi casi, salgono a 16 i pazienti positivi al Covid 19 in Abruzzo.

Per 7 di questi casi il risultato è stato confermato dalle controanalisi eseguite dall’Istituto Superiore di Sanità e dallo Spallanzani di Roma.

Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione.

MISURE DI SICUREZZA SUI BUS DELLA TUA

Anche TUA aumenta le misure di sicurezza anti Coronavirus, infatti dal 8 marzo sui mezzi dell’azienda non sarà più possibile salire dalla porta anteriore e occupare la zona situata nell’immediata prossimità del conducente. Inoltre per una maggiore sicurezza a bordo l’azienda invita i viaggiatori ove possibile ad occupare i posti in maniera alternata.
TUA ha sottolineato che disposizioni di questo tipo sono state attuate anche da altre aziende di trasporto sul territorio nazionale; questa disposizione resterà in vigore fino a nuova direttiva aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *