La Asl Lanciano-Vasto-Chieti chiede aiuto alle aziende della provincia per le mascherine

Salgono a tre i pazienti risultati positivi al test del Coronavirus ricoverati presso l’unità operativa di Malattie infettive a Vasto. Ai due già ricoverati, che mostrano costanti segni di miglioramento, si è aggiunto un uomo di 67 anni, ricoverato l’altra notte con evidenti sintomi. Gli esami hanno poi confermato il contagio.

A Chieti sono dieci i pazienti in Malattie infettive, due dei quali, un uomo e una donna, sono in netto miglioramento: presto sarà effettuato il test di controllo per verificarne la guarigione.  Per altri due si è resa necessaria la respirazione assistita. Per completezza di informazione si precisa che nella serata di ieri sono stati accolti tre pazienti NON affetti da Coronavirus trasferiti da Brescia. Due si trovano in Rianimazione a Lanciano e uno a Vasto. Si tratta di malati che soffrono di altra patologia e trasferiti dalla Rianimazione di ospedali lombardi, dove c’è assoluta necessità di liberare posti letto da destinare ai pazienti Covid-19.

La Asl Lanciano Vasto Chieti: appello alle aziende della provincia per le mascherine che non usate

«Servono mascherine, guanti, cuffie e tutti i dispositivi di protezione individuale. Siamo disposti ad acquistarli anche da aziende che abitualmente li utilizzano, ma in questo momento hanno il fermo produttivo”: questo l’appello del Direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, impegnato nel reperimento di presidi da destinare agli operatori sanitari per garantire a tutti condizioni di sicurezza.

Vista la difficoltà estrema nell’acquisizione di tali dispositivi, divenuti introvabili anche sul mercato estero, e in attesa che arrivino le forniture da parte della Protezione Civile, la Direzione Asl chiede aiuto alle aziende del territorio per fare fronte alle esigenze di questi giorni e al primo impatto dei casi di Coronavirus negli ospedali della provincia di Chieti. Il richiamo, dunque, è alla sensibilità delle imprese locali che utilizzano abitualmente questi presidi affinché possano offrirli in acquisto o in dono, e consentire all’Azienda di affrontare l’emergenza con una dotazione di  mezzi più consistente.  Le offerte vanno presentate con un’E-mail al seguente indirizzo: protezione@asl2abruzzo.it

Covid19, alta tecnologia per il monitoraggio dei pazienti in quarantena nel Chietino

La Asl Lanciano Vasto Chieti ha realizzato un sistema automatico che riesce a monitorare telefonicamente i pazienti che sono in sorveglianza domiciliare fiduciaria, la cosiddetta “quarantena” per il Coronavirus. 

Il programma contatta due volte al giorno i pazienti a casa e permette loro, rispondendo ad alcune semplici domande, di comunicare il proprio stato di salute, possibili sintomi e temperatura corporea, nonché l’eventuale necessità di essere richiamati da un medico del Servizio Igiene e Sanità pubblica. 

Il sistema mette a disposizione dei suddetti operatori un cruscotto e un sistema di alert che consente loro di gestire con minori difficoltà e in modo più efficace un elevato numero di pazienti, e organizzare così il flusso delle chiamate da effettuare.

In considerazione dell’emergenza, e nel rispetto dei valori di solidarietà e collaborazione con le altre Aziende e le istituzioni sanitarie, la Asl Lanciano Vasto Chieti offre gratuitamente, in riuso, la soluzione che ha fatto sviluppare, e che è basata su un sistema di recall progettata e realizzata dall’azienda I-Tel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *