Fake news su ospedale di Lanciano, la Asl smentisce

Nonostante la difficile situazione, c’è chi si diverte, senza nessun ritegno e considerazione, sui social, creando danni enormi nella popolazione. L’ultimo caso riguarda la Asl Lanciano-Chieti-Vasto e in particolare l’ospedale Renzetti del capoluogo frentano. Una falsa notizia è stata diffusa in queste ore su WhatsApp, con un messaggio anonimo (e già qui si capisce di essere dinanzi al cretino di turno) che ha cercato di creare allarme e confusione tra cittadini e dipendenti. Nel messaggio postato l’autore ha invitato tutti a stare lontani “a ogni costo” dal perimetro dell’nosocomio di Lanciano per pericolo di infezione da Coronavirus.

Al di là del fatto che dobbiamo stare attenti “ovunque”, restare a casa e rispettare rigorosamente le regole per gli spostamenti, si tratta chiaramente di una FAKE NEWS messa in giro da irresponsabili – fa sapere la Asl, costretta a intervenire per smentire -. La Asl Lanciano Vasto Chieti invita tutti a NON CONDIVIDERE sui social falsi allarmi e appelli di cui non si conosca con certezza la provenienza dalle Istituzioni. In particolare su questioni sanitarie che riguardano la provincia di Chieti è facile verificare la fondatezza delle informazioni che si ricevono andando sul sito ufficiale della Asl, www.asl2abruzzo.it, e sui canali social @asl2abruzzo su Facebook, Twitter, Telegram, Instagram, Linkedin e YouTube. Così come invitiamo a seguire le pagine Facebook della Regione Abruzzo, dei Comuni o dei loro Sindaci che stanno svolgendo un importante lavoro di comunicazione istituzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *