Pescara, mancano spazi per morti da Covid al cimitero. Ordinanza d’urgenza del sindaco Masci

Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, alla luce “dell’incremento dei casi di decesso determinati dall’epidemia di coronavirus” ha emesso una ordinanza con la quale riacquisisce la competenza per il rilascio delle concessioni cimiteriali in relazione alle richieste di sepoltura già pervenute e che perverranno in questo periodo al cimitero di San Silvestro.

Il provvedimento ha carattere d’urgenza “per via dell’eccezionalità dell’emergenza sanitaria e della nota carenza di spazi per le tumulazioni e inumazioni”. A San Silvestro ci sono 17 salme in attesa di sepoltura: 15 sono nella camera mortuaria e due nella chiesetta. Sarà Ambiente Spa a occuparsi di concedere le autorizzazioni per 50 loculi e complessive 118 fosse attualmente disponibili a San Silvestro.

“La situazione in atto di preoccupante pandemia – dice Masci – ha reso necessaria questa ordinanza, proprio per ragioni urgenti di igiene pubblica e per le richieste che stanno pervenendo all’amministrazione. Questa responsabilità ad Ambiente Spa mira a risolvere queste carenze. Ha scadenza al 20 luglio prossimo, ma è chiaro che, se fosse necessario, perdurerà fino al termine dell’emergenza”.

ALTRI DUE DECESSI A TERAMO

Un uomo di 71 anni e una donna di 76 anni, ricoverati nel reparto di Malattie Infettive, entrambi di Teramo, sono morti questa mattina. A darne notizia è la Asl di Teramo, dove i pazienti ricoverati positivi al Covid-19 sono 82: 31, di cui 5 in Rianimazione all’ospedale di Teramo e 51, di cui 7 in Rianimazione all’ospedale di Atri. Tra gli 82 ricoverati, 15 pazienti sono residenti di altre province. I pazienti positivi al Covid-19 in isolamento domiciliare con sorveglianza sanitaria attiva, sono 160. Le persone (provenienti dal nord Italia o che hanno avuto contatti stretti con pazienti positivi al Covid-19) poste in isolamento domiciliare con sorveglianza sanitaria attiva, sono 407.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *