Esenzione pedaggi agli operatori sanitari su A24 e A25. Abruzzo prima regione in Italia

In poche ore un centinaio di operatori sanitari abruzzesi ha presentato l’autocertificazione, scaricata dal sito web della Regione Abruzzo, per ottenere l’esenzione dal pagamento del pedaggio autostradale per recarsi al lavoro nei diversi presidi regionali, per chi percorre le autostrade A24 e A25.

Una iniziativa che vede l’Abruzzo prima regione in Italia a non far pagare chi in questo periodo di emergenza è costretto ad utilizzare il proprio mezzo per garantire la presenza negli ospedali e portare le cure a centinaia di persone malate.

Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, dopo aver richiesto e ottenuto questa esenzione da parte di Strada dei Parchi ha presentato la stessa richiesta ai vertici aziendali di Autostrade per l’Italia, al fine di ottenere lo stesso trattamento per chi è costretto a percorrere la dorsale adriatica lungo l’autostrada A14.

 “Sapevo che questa iniziativa avrebbe portato giovamento – ha detto il presidente Marsilio – un peso economico in meno per tanti sanitari che in questi giorni si stanno prodigando al limite della resistenza umana per assistere i malati e salvare vite umane. Un risparmio per ciascun operatore sanitario che va da un minimo di 250 ad oltre 450 euro mensili per i pendolari che si recano al lavoro. Contemporaneamente alla richiesta avanzata ad Autostrade per l’Italia ho anche reiterato a Strada dei Parchi la possibilità che l’esenzione riguardi anche le forze dell’ordine che si recano in servizio, con la speranza che venga accolta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *