Lanciano, il Comune consegna seconda tranche buoni spesa

Il settore Servizi alla Persona del Comune di Lanciano ha effettuato in tempi rapidi la verifica dei requisiti delle richieste di buoni spesa per generi alimentari e di prima necessità giunte dopo il 6 aprile. Sono state accolte 120 istanze e da domani inizierà la consegna nelle due postazioni predisposte nella sede del Segretariato Sociale in via dei Frentani 27, sempre con il criterio della lettera iniziale del cognome del richiedente: domani mattina martedì 21 aprile, dalle 9 alle 13, i richiedenti con lettera iniziale del cognome da A a L; nel pomeriggio dalle 15 alle 18 i richiedenti con lettera iniziale del cognome da M a Z. E’ necessario presentare un documento d’identità al momento del ritiro dei buoni spesa; chi fosse impossibilitato a ritirare può ritirare con delega scritta con allegato documento d’identità sia del delegante che del delegato.
I buoni spesa sono spendibili negli esercizi commerciali di alimentari e generi di prima necessità che sono stati accreditati per l’emergenza covid19: Bottega del Gusto, via Bocache 10; Paione srl, via per Treglio 34; Conad Adriatico, variante Frentana SS84; Salumi e Formaggi Antonio, via Rosato 38; Oasi, via Santo Spirito 119; Todis, via per Treglio 53; Tigre Amico, via Fagiani 8; Eurospin, via per Fossacesia 133; Punto Sma, via Belvedere 40.

“Il settore Politiche Sociali in tempi rapidissimi è riuscito ad evadere un elevato numero di domande, per questo ringrazio tutti i dipendenti comunali per lo straordinario lavoro che stanno facendo in questa fase difficile. Le altre 120 richieste accolte confermano come la nostra società stia cambiando e stia subendo a più livelli le conseguenze economiche e sociali dell’emergenza sanitaria. Emergono in maniera preoccupante nuove povertà e nuovi disagi sconosciuti fino a un mese fa a tante famiglie lancianesi. Chiediamo a gran voce alle istituzioni regionali e governative di destinare ulteriori e più ingenti risorse a misure di supporto alla popolazione così largamente colpita”, commenta l’Assessora alle Politiche Sociali Dora Bendotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *