Padre e figlio sorpresi con la droga denunciati

Padre e figlio, Z.A 61 e Z.M. 40 anni, avevano aperto un vero e proprio punto di spaccio a Chieti, ma lo scorso primo maggio i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radio Mobile di Chieti insospettiti da un’auto che sfrecciava ad alta velocità per le vie della città hanno deciso di approfondire la questione.

Dopo averla fermata i Carabinieri hanno iniziato a perquisirla e sotto il tappetino lato guida hanno rinvenuto 0,15 grammi di cocaina, a questo punto i militari coadiuvati dai colleghi del Nucleo Cinofili di Chieti Scalo hanno deciso di perquisire anche l’appartamento dove la famiglia criminale vive.

All’arrivo dei Carabinieri Z.A. inizia a comportarsi in maniera strana come a voler nascondere qualcosa tanto che cerca di arrivare subito in bagno con un pacchettino di plastica in mano ma i militari riescono a bloccarlo ed a recuperare altri 7 grammi che stava tentando di ingoiare più altri 1,90 grammi nascosti in casa.

I due criminali sono stati denunciati in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale, per Z.M. è scatta anche la denuncia per guida sotto l’effetto di droga dato che ha rifiutato di sottoporsi ai relativi accertamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *