Maltratta e deruba i genitori per rifornirsi di droga: arrestato

La tossicodipendenza non è certamente una cosa facile da affrontare in ambito familiare e quando il clima dentro le mura di casa diventa difficile, non resta altro che chiedere aiuto. E’ il caso della madre di un giovane del chietino che dopo tanti anni di vessazioni, violenze fisiche e psicologiche, minacce e furti continui, talvolta anche di cimeli, ha deciso di porre fine a una situazione che stava degenerando e si è rivolta ai Carabinieri della Compagnia di Chieti.

I militari non hanno impiegato molto a ricostruire tutta la vicenda ed inviare un’informativa alla Procura dei minorenni di L’Aquila, che si è aggiunge alle precedenti 7 denunce, accumulate dal 2018, tra i quali maltrattamenti in famiglia, un’estorsione nei confronti della madre ed il furto di un orologio che apparteneva al padre. L’ultima in ordine di tempo risale allo scorso mese di aprile quando il giovane, sprovvisto di patente perché minorenne, fu fermato dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della città teatina mentre era alla guida di un’autovettura che procedeva ad alta velocità. Alla luce dei controlli effettuati la vettura risultò rubata giorni prima fuori provincia. Non potendo dimostrare in quella occasione che fosse stato realmente il giovane l’autore del furto, fu comunque denunciato per ricettazione e guida senza patente.

Attualmente il giovane su disposizione della Procura per i minorenni è stato portato in una comunità, tuttavia da una settimana è oramai maggiorenne e potrebbe rischiare una misura più stringente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *