Lega Abruzzo: 3 milioni di euro per il turismo sostenibile

Con uno specifico emendamento al disegno di legge relativo al sostegno delle imprese abruzzesi per la ripartenza dell’economia, il Gruppo della Lega Abruzzo in Consiglio Regionale “ha profondamente innovato il sistema delle concessioni demaniali marittime, applicando i principi del turismo sostenibile con un impegno della Regione Abruzzo di 3 milioni di euro. Grazie alla nostra proposta che verrà discussa nel prossimo Consiglio regionale – ha dichiarato il consigliere regionale e capogruppo della Lega, Pietro Quaresimale -, intendiamo valorizzare e proteggere le nostre coste con l’ausilio di tutti gli operatori del settore: da un lato promuovendo i valori dell’educazione al benessere, dall’altro aiutando gli operatori del demanio a garantire sicurezza e prevenzione sanitaria. Spiagge sicure e valorizzazione turistica nel nostro progetto sono elementi strategici per far ripartire l’economia Regionale, a partire dal turismo”.

Il progetto di legge prevede un contributo fino a tremila euro per gli operatori del demanio che assicureranno la caratterizzazione ambientale delle spiagge: “Verranno promossi corsi di educazione al benessere, sistemi meno impattanti per la pulizia delle spiagge, tutela delle aree dunali, delle pinete e delle specie protette; adesione ai principi della Carta Europea del Turismo Sostenibile, utilizzazione di bioedilizia, di recupero energetico e di fonti rinnovabili. Per quanto riguarda le spiagge libere – spiega Quaresimale – sosterremo lo sforzo dei Comuni per assicurare sicurezza e distanziamento sociale attraverso specifiche misure per enti ed associazioni che saranno chiamati ad operare per garantire una balneazione ordinata. Il tutto verrà adeguatamente promosso da una specifica campagna di informazione e comunicazione per valorizzare il turismo del Benessere, forma di Turismo in cui certamente l’Abruzzo può e deve recitare un ruolo di assoluto protagonista nello scenario non solo Regionale. Con Abruzzo Benessere entriamo a pieno titolo nella fase due dell’emergenza sanitaria: accompagniamo operatori turistici ed associazioni nella ripartenza della Regione con un messaggio positivo di chi crede fermamente nella nostra capacità di rialzarci dopo tanti eventi negativi che hanno costellato la vita regionale: anche stavolta ce la faremo – conclude Quaresimale – con la collaborazione di tutti e la tenacia di cui siamo capaci”.

La proposta prevede la sottoscrizione di convenzioni per la caratterizzazione ambientale con immediata erogazione delle risorse ed attività operative già dalla imminente stagione balneare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *