Marcozzi (M5S): “La giunta regionale faccia il proprio dovere a difesa dei tribunali abruzzesi”.

Il compito della Giunta regionale targata Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia è quello di proteggere i Tribunali abruzzesi di Lanciano, Vasto, Avezzano e Sulmona e di sostenere concretamente le strutture e i lavoratori, stanziando quelle risorse che, nel progetto di legge arrivato oggi in Commissione Bilancio, non sono presenti. Meno propaganda e più fatti”.
Ad affermarlo è il
Capogruppo M5S in Regione Abruzzo Sara Marcozzi, che interviene a commento della seduta della Commissione Bilancio tenutasi questa mattina a L‘Aquila.

Per come è scritto adesso il testo – prosegue – i costi per la nuova organizzazione dei tribunali, con il rafforzamento degli organici, rischiano di finire interamente sulle spalle dei Comuni interessati. Una soluzione assolutamente non percorribile, a maggior ragione in periodo di emergenza economica, con i territori alle prese con i postumi del Covid. Lo abbiamo ribadito nel corso della seduta, a cui erano presenti anche i Sindaci dei comuni e i rispettivi Presidenti del Consiglio degli Ordini degli Avvocati. È fondamentale lavorare per sostenere con ogni strumento possibile i nostri Tribunali e la Regione non può tirarsi indietro davanti alle proprie responsabilità. Il progetto di legge è in una sua prima analisi e mi auguro che il centrodestra non cerchi fin da subito scuse o appigli vari per non apportare ogni tipo di miglioramento possibile. Come succede per ogni provvedimento, il MoVimento 5 Stelle è pronto a presentare emendamenti di merito, lavorando per il bene degli abruzzesi a tutela dei Tribunali della nostra Regione. La strada da percorrere è chiara, e spero che anche la Giunta Marsilio voglia seguirla, a maggior ragione dopo la grande propaganda che, per mesi, è stata fatta dal centrodestra intorno alla questione. Dobbiamo lavorare per salvaguardare queste strutture, e le istituzioni regionali adesso non possono tirarsi indietro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *