Passeggiata ecologica con pulizia del sentiero delle fonti storiche di San Vito Chietino

Passeggiata ecologica con pulizia del sentiero che porta alle fonti storiche di San Vito Chietino. L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione comunale del centro costiero in collaborazione con l’associazione culturale “Cittadinanza Attiva”, si è svolta con successo domenica scorsa e ha coinvolto una decina di volontari coadiuvati dal sindaco, Emiliano Bozzelli, e da alcuni assessori letteralmente immersi in un ambiente naturale di suggestiva bellezza. Percorrendo via della Fonte, che inizia nella parte posteriore della chiesa parrocchiale partendo da piazza Garibaldi, ad un certo punto si incontra Fonte Grande, costruita nel 1914 e recentemente restaurata. La pianta centrale della fontana presenta una massiccia struttura quadrata per l’adduzione dell’acqua sorgiva. Un porticato ad archi con pilastri segnati da lesene che sorreggono degli archi a tutto sesto è addossato all’elemento centrale. Scendendo più a valle, a circa 150 metri dalla prima fontana, si incontra Fonte Cupo, di epoca più remota rispetto alla prima. L’anno di costruzione dell’antica struttura è inciso sulla facciata in pietra del manufatto insieme alla dicitura in lingua latina “Comunitas S.Viti edificavit – A.D. 1814”. Recentemente restaurata, è costituita da un fronte lapideo realizzato in conci di pietra arenaria decorato da figure antropomorfe, mediante le quali sgorga l’acqua. Nel bellissimo ambiente naturale, ricco di particolari presenze floreali e faunistiche di grande interesse, sono esistenti staccionate e ponticelli per consentire l’attraversamento del torrente in vari punti. Nella vallata è possibile trovare fossili di conchiglie di milioni di anni fa che vivevano quando la valle era occupata dal mare. Il primo cittadino ha ringraziato i volontari che hanno partecipato alla manifestazione ed in particolare il cittadino attivo, che si è impegnato nella pulizia e cura del sentiero per il bene comune. «Invitiamo tutti – ha detto il sindaco Bozzelli – a percorrere il sentiero, ad assaporare i profumi e ad ascoltare la melodia naturale che questo luogo incantato offre».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *