Aggressione omofoba a Pescara: i Carabinieri identificano l’autore

Ha un nome e un volto l’autore dell’aggressore omofoba avvenuta tra il 25 ed il 26 giugno scorso, sul Lungomare Matteotti, a Pescara. Si tratta di un giovane della città di 20 anni, che vive con i nonni, disoccupato. Alla sua identificazione i Carabinieri sono arrivati esaminando le immagini della videosorveglianza della zona e riconosciuto da testimoni presenti all’aggressione, nelle vicinanze della Nave di Cascella. Il giovane è stato denunciato in stato di libertà con l’accusa di lesioni personali con l’aggravante comune dell’aver agito per motivi abbietti o futili. Non era solo quando ha affrontato, colpendo con violenti pugni al volto, un giovane di 25 anni, originario del Molise, che si trovava a passeggiare mano nella mano con un suo coetaneo. Con lui almeno altri due amici e una ragazza. I colpi hanno provocato la fratturato la mandibola alla vittima, che ha dovuto fare ricorso alle cure mediche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *