Teramo, tanta gente a Piazza martiri per il tributo a Battisti

Tanti battistiani di tutte le età, musicisti, tra questi Roberto Sbraccia e il fisarmonicista Achille Olivieri, l’altra sera hanno seguito il tributo a Lucio Battisti proposto dai Prendila così Tribute band di Mogol Battisti. PRENDILA COSI’ è una delle prime Tribute Band di Mogol/ Battisti nata in Abruzzo circa 15 anni fa. Il nome rimanda ad una loro canzone tratta dall’album:” Una donna per amico” del lontano 1978. Il gruppo base è composto da 5 elementi: Paolo De Carolis voce e chitarra ritmica; Flavio De Carolis chitarra solista, cori e arrangiamenti; Andrea Micarelli tastiere, arrangiamenti e cori; Valerio De Carolis/Alessio Cassiani basso elettrico; Francesco Troiano batteria e arrangiamenti. Il repertorio è ricco e variegato con incursioni in tutte le raccolte relative, però, solo al mitico ed indimenticabile binomio artistico: Mogol-Battisti. Nel corso dello spettacolo le canzoni eseguite vengono introdotte da un breve cenno sulla loro genesi e con qualche richiamo ai principali fatti di cronaca di quel periodo, attraverso immagini piuttosto inedite. I brani, pur mantenendo una certa fedeltà con gli originali, sono stati talvolta rielaborati con alcune, leggere contaminazioni Rock e Blues. Da non trascurare, poi, che la voce solista ricorda tantissimo quella, davvero inimitabile, del genio di Poggio Bustone. Tante le collaborazioni con i grandi della musica leggera italiana, tra questi, la più importante resta quella con il Maestro Giulio Rapetti Mogol che la band ha accompagnato in alcuni spettacoli pubblici. Singolare è, senza dubbio, il progetto che questo sodalizio musicale porta nei principali Teatri italiani con “Giulio, Lucio e tu” un lavoro a 4 mani firmato da Graziano Gabriele, Flavio, Paolo e Valerio De Carolis che, attraverso il filo narrativo delle loro canzoni, si ricostruisce la vicenda umana e professionale del Lucio “Sabino”.

Flavio De Carolis

“È stata una serata fantastica perché c’era tantissima gente – ha detto Flavio De Carolis chitarrista dei Prendila così tribute band di Mogol Battisti e autore che recentemente ha coprodotto un brano dal titolo “Te lo prometto” per il rapper romano Il Tre, della scuderia Warner Music, capace di vendere circa 3 milioni di ” copie in pochi giorni” e, soprattutto, perché era, per la maggior parte giovane, che ha cantato e partecipato fino alla fine. Per questo il nostro ringraziamento va a loro ma, anche, al titolare del bar Calypso, Luigi Sbraccia che, con Aldo De Carolis, sono riusciti, per la prima volta in circa 15 anni della nostra storia, a farci esibire a Teramo. Particolarmente apprezzato è stato il momento in cui il grande interprete, Roberto Sbraccia ha cantato con noi l’intramontabile: I giardini di marzo. Teramo” ha aggiunto il musicista pescarese di origine teramana, Flavio De Carolis ” ha dimostrato ancora una volta il suo buon cuore ma, ancora di più, la sua straordinaria sensibilità e prestigiosa tradizione musicale. Qui, da Nino Dale e la sua dinastia, passando per Ivan Graziani, Enrico Melozzi, Arturo Valiante, senza dimenticare la folta schiera dei Vetuschi, è passata gran parte della storia della musica pop italiana. Per questo ricevere attestati di stima e di apprezzamento dal pubblico presente per noi è stato davvero motivo d’orgoglio. L’occasione, però, è anche per dare merito ad imprenditori lungimiranti come Luigi Sbraccia, titolare del Bar Calypso e Aldo De Carolis, direttore commerciale della Marcaffé, che, con questi eventi, sono capaci di riportare nel cuore di Teramo bella gente e buona musica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *