L’Aquila, boschi ancora in fiamme intorno alla città

Una lotta incessante, che dura ormai da 5 giorni quella che stanno combattendo Vigili del Fuoco, gli Alpini del 9^ Reggimento L’Aquila e Volontari della Protezione civile per domare da terra il vasto incendio sul monte Pettino. Le operazioni ora prevedono la realizzazione di una linea tagliafuoco che servirà ad evitare il propagarsi delle fiamme, ma anche come via di accesso a mezzi e uomini per le operazioni di spegnimento da terra.

La prima linea tagliafuoco che si trova sopra Cansatessa viene presidiata costantemente, notte e giorno, dai vigili del fuoco e dai volontari della protezione civile e serve ad evitare che le fiamme raggiungano il centro abitato.

Nella giornata di oggi hanno operato a terra 70 volontari della protezione civile con 24 mezzi, 80 vigili del fuoco con 39 mezzi e 30 Alpini del 9^ Reggimento, dal cielo 5 Canadair e 3 elicotteri.

Innesti sarebbero stati trovati laddove sono divampati i roghi, cioé ad Arischia, Cansatessa e sul Pettino. Che ci sia la mano di qualcuno esperto lo si deduce dal fatto che i primi incendi sono divampati quasi allo stesso orario, tra le 13:30 e le 14:30, nelle ore più calde. In fumo già ottocento ettari di bosco, in buona parte pinete.

La Procura della repubblica de L’Aquila ha avviato una inchiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *