L’Aquila, il fuoco vicino alle case

Fuoco e fumo che rende irrespirabile l’aria a L’Aquila, con le fiamme che si avvicinano pericolosamente al popoloso quartiere di Pettino. Il fronte dell’incendio infatti, si è allargato e nella notte la gente è scesa in strada impaurita. C’è timore che l’incendio possa arrivare alla zona di Madonna Fore e San Giuliano, molto frequentata dagli aquilani, già colpita dal rogo devastante del 2007. Le operazioni di spegnimento con canadair ed elicotteri sono riprese questa mattina all’alba. Secondo quanto si è appreso, sono circa 300 le persone che stanno operando nel fronte aquilano e su quello, che deve comunque essere monitorato perché non domato, divampato per primo nella collina che sovrasta la frazione aquilana di Arischia. Sul posto oltre ai vigili del fioco, protezione civile, volontari, esercito, forze dell’ordine e polizia locale.

Intanto, vanno avanti le indagini e la inchiesta per individuare i piromani che hanno appiccato il rogo cinque giorni fa. Una mano esperta, con innesti per congegnati e sistemati in punti non facilmente raggiungibili. Per questo le fiamme hanno potuto avanzare velocemente, favorite da veto e dal caldo.

Un altro incendio nel frattempo si è sviluppato vicino A14 e per motivi di sicurezza il tratto fra Vasto nord e Vasto sud è stato chiuso alla circolazione. Le fiamme si sono sviluppate alle 6.30 circa di questa mattina all’altezza del km 456. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, soccorsi sanitari, pattuglie della polizia stradale e il personale di Autostrade per l’Italia della direzione di Tronco di Pescara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *