Coronavirus Abruzzo: casi positivi a 3705 (+18 da ieri)

Sono complessivamente 3705 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

Rispetto a ieri si registrano 18 nuovi casi (di età compresa tra 4 e 79 anni), mentre il numero dei pazienti deceduti resta fermo a 472.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 2852 dimessi/guariti (+3 rispetto a ieri, di cui 13 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 2839 che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 381 (+15 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 151723 test.

37 pazienti (+3 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 1 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 343 (+12 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 377 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+11 rispetto a ieri), 904 in provincia di Chieti (+2), 1682 in provincia di Pescara (+2), 706 in provincia di Teramo (+2), 31 fuori regione e 5 (+1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità. 

Coronavirus, numeri alti al “drive-in” di Ortona. Da lunedì altra postazione ad Atessa

Sono 340 i tamponi “drive-in” eseguiti fino alle ore 11.00 di questa mattina presso la postazione mobile del 118 allestita all’esterno dell’ospedale di Ortona. L’adesione alta conferma, dunque, il senso di responsabilità delle persone residenti e domiciliate in provincia di Chieti, che durante le vacanze hanno messo in atto le precauzioni raccomandate per evitare il contagio da Coronavirus e al rientro si sono sottoposti al test per mettere al sicuro loro stessi e le famiglie. 

Nessuno è stato trovato positivo, un dato questo più che confortante, che lascia sperare in una diffusione contenuta del Coronavirus in questa nuova fase. 

Visto il successo riscosso dall’iniziativa, al fine di testare il maggiore numero possibile di cittadini che rientrano in provincia di Chieti per lavoro o a fine vacanza, la Direzione della Asl Lanciano Vasto Chieti ha deciso di prolungare l’attività dei tamponi “drive-in” a Ortona fino al prossimo 12 settembre, rispettando l’orario 9.00 – 18.00 dal lunedì al sabato. Inoltre una seconda postazione mobile sarà attivata all’ingresso dell’ospedale di Atessa a partire da lunedì 31 agosto e sarà a disposizione dei cittadini residenti nei Comuni delle aree interne dalle ore 9.00 alle 14.00, sempre dal lunedì al sabato. 

I due nuovi casi positivi registrati nella giornata di oggi in provincia di Chieti non sono passati per il “drive-in”, ma si riferiscono comunque a persone di rientro in Abruzzo, una proveniente dalla Sardegna e l’altra dall’Albania. «Abbiamo dunque un’ulteriore conferma della necessità di testare ad ampio raggio i cittadini di ritorno dall’estero e dalla regioni nelle quali la diffusione del virus è più alta – sottolinea il direttore generale Asl, Thomas Schael -. Registriamo con sollievo il senso civico e l’attenzione alla salute collettiva dimostrati dai vacanzieri del nostro territorio che si sono presentati così numerosi a Ortona, permettendoci di realizzare un’azione di prevenzione importante. Ci auguriamo di avere un’adesione ugualmente significativa anche con la postazione di Atessa, attivata con la finalità di incentivare la partecipazione al test anche dei cittadini dell’entroterra e dei Comuni della parte Sud dell’Abruzzo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *