Omicidio Rapposelli: il pm chiede l’ergastolo per Simone Santoleri e 24 anni per l’ex marito della vittima

Ergastolo per Simone Santoleri e 24 anni di reclusione per suo padre Giuseppe Santoleri. Queste le richieste di condanna avanzate dal pubblico ministero, Enrica Medori, nel processo per la morte di Renata Rapposelli, 64 anni, originaria di Chieti e residente ad Ancona. Le richieste di pena per il figlio della donna, Simone e per Giuseppe Santoleri, ex marito della pittrice, unico presente oggi in aula, sono giunte a conclusione della lunga requisitoria della pubblica accusa davanti alla corte d’assise di Teramo, presieduta da Flavio Conciatori. I due imputati sono accusati di omicidio e occultamento di cadavere. La Rapposelli, scomparve dopo una visita in casa dei Santoleri, a Giulianova, il 9 ottobre 2017. Fu un amico della vittima, Tonino Beccacce, a mettere in moto le ricerche, presentando una denuncia di scomparsa. Il corpo senza vita della donna fu rinvenuto per caso ad un mese di distanza, il 10 novembre, lungo l’argine del fiume Chienti, a Tolentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *