Omicidio Rapposelli: condannati figlio (27 anni di reclusione) ed ex marito (24 anni)

27 anni di reclusione a Simone Santoleri, 24 al padre Giuseppe. Questa la sentenza emessa dalla Corte d’Assise di Teramo questo pomeriggio. Il dispositivo della sentenza il presidente Flavio Conciatori. I due sono stati riconosciuti colpevoli di omicidio e occultamento di cadavere di Renata Rapposelli, 64 anni, mamma di Simone ed ex moglie di Giuseppe Santoleri. Sia Simone che Giuseppe non erano presenti in aula. La notizia della condanna, con la quale si chiude il processo di primo grado iniziato il 16 gennaio 2019, è arrivata loro in carcere: Giuseppe è detenuto a Teramo, il figlio a Pescara. La donna, originaria di Chieti ma da tempo residente ad Ancona, pittrice, venne trovata senza vita il 10 novembre 2017 lungo l’argine del fiume Chienti, a Tolentino, dopo esser scomparsa il 9 ottobre da Giulianova, dalla casa dell’ex marito Giuseppe Santoleri e del figlio Simone.

Ieri la pubblica accusa, sostenuta dalla pm Enrica Medori, aveva chiesto 24 anni di carcere per Giuseppe e l’ergastolo per il figlio Simone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *