Covid, altri 13 positivi in Abruzzo.

Coronavirus, oggi in Abruzzo 13 nuovi positivi (10 in provincia dell’Aquila, 2 Pescara, 1 Teramo), nessun nuovo decesso, 34 ricoverati (di cui 2 in terapia intensiva ), 449 in isolamento domiciliare, 2910 dimessi/guariti, 483 attualmente positivi, 164140 test complessivi. I nuovi positivi hanno età compresa tra 2 e 63 anni. Dei 13 casi di oggi, 8 si riferiscono a contatti di focolai già noti

SCUOLA, 49 POSITIVI TRA INSEGNANTI E PERSONALE

Sono 4439 i test sierologici eseguiti finora in Abruzzo sul personale scolastico, nell’ambito dello screening nazionale per contenere il contagio da Covid 19. Tra i controlli eseguiti sono stati trovati 49 positivi: 10 nella Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 17 nella Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 10 nella Asl di Pescara e 7 nella Asl di Teramo.

Lo comunica l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, che si dice molto soddisfatta per come sta procedendo l’iniziativa -. Va precisato che si tratta di dati comunque sottostimati – puntualizza l’assessore – in quanto non tutti i medici di medicina generale hanno ancora trasmesso i loro report aggiornati alle Asl di competenza. Questo significa che l’adesione degli operatori allo screening è molto elevata e ci permetterà di affrontare con maggiore sicurezza l’avvio del nuovo anno scolastico”.

Nel dettaglio, nella Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila i test eseguiti sono stati 1070 (di cui 844 effettuati dai medici di medicina generale e 226 nei distretti sanitari di base), nella Asl Lanciano-Vasto-Chieti 1699 (di cui 1033 dai medici e 666 nei distretti), nella Asl di Pescara 880 (di cui 625 dai medici e 255 nei distretti), nella Asl di Teramo 790 (di cui 305 dai medici e 485 nei distretti).

I test risultati positivi sono stati 49: 10 nella Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 17 nella Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 10 nella Asl di Pescara e 7 nella Asl di Teramo. Per tutti sono scattati i protocolli di sicurezza e la contestuale presa in carico da parte del sistema sanitario regionale.

Ci si sottopone al test sierologico – aggiunge la Verì – su base volontaria. Ci si può rivolgere al proprio medico di medicina generale o, nel caso lo stesso non abbia aderito alla campagna, al distretto sanitario di base afferente al Comune di residenza dell’operatore. Poiché nella nostra regione l’apertura delle scuole è stata posticipata al 24 settembre, tutti gli operatori scolastici che volessero partecipare allo screening avranno tempo fino al 17 settembre per effettuare il test”.

CONTROLLI DELLE FORZE DELL’ORDINE A LANCIANO

A seguito dell’aumento dei casi covid in abruzzo, il Questore di Chieti, Ruggiero Borzacchiello, ha disposto una task force interforze (Polizia, Carabinieri Guardia di Finanza e Polizia Locale) diretta dalla dirigente del Commissariato di Lanciano, Lucia D’Agostino, al fine di intensificare controlli nei luoghi di assembramento di persone nel Comune di Lanciano. Sono stati impiegati 15 uomini e cinque mezzi. Sono stati controllati esercizi pubblici di somministrazione di bevande e alimenti sia del centro che nell’immediata periferia. Sono stati sanzionati quattro gestori di locali pubblici per violazione alla normativa Covid, con sanzioni fino a mille euro, poiché non hanno provveduto a mantenere il necessario distanziamento sociale tra i clienti, sia seduti nei tavoli che al banco. Il servizio in parola, che ha avuto quale rilievo cardine quello di prevenzione, ha evidenziato una maggiore sensibilità delle persone ad indossare le mascherine di protezione, almeno da quanto dimostrato dalle numerose persone controllate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *