San Giovanni in Venere: nell’abbazia pavimentazione danneggiata durante i lavori di restauro

Restauri con danneggiamento. Nelle scorse settimane si è parlato molto in merito ai lavori di risanamento conservativo dell’abbazia di San Giovanni in Venere che, com’è noto, hanno riguardato in particolare la riparazione del tetto e il rifacimento degli intonaci interni della parete dove è situato il portale principale della basilica, gravemente danneggiati per anni dalle copiose infiltrazioni di acqua piovana. Ebbene, durante i lavori di pulizia, svolti da alcuni volontari in occasione del prossimo arrivo dell’Icona Giubilare Passionista, è emerso che una porzione della pavimentazione della navata destra dell’antica basilica, nei pressi del Portale della Luna, è stata danneggiata irrimediabilmente dall’impresa esecutrice nel corso dei lavori. Sulle lastre di travertino sono state infatti lasciate tracce di un materiale, probabilmente corrosivo e non meglio identificato, utilizzato nel corso delle lavorazioni che, se si prova a rimuovere, lascia comunque macchiato il pavimento. Una situazione incresciosa che si sarebbe potuto evitare se la ditta, che ha eseguito gli interventi, avesse avuto un po’ più di accortezza durante le fasi di lavorazione sistemando dei robusti teli protettivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *