Fossacesia, in piazza Fantini una ‘panchina gialla’ per Giulio Regeni

“Quanti passeranno in piazza Alessandro Fantini e vedranno quella panchina colorata di giallo, sotto una pianta d’ulivo, sapranno che anche da Fossacesia arriva forte la richiesta di verità sulla morte di Giulio Regeni”.

É quanto sostengono il sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio e la presidente dell’associazione Libera un Libro, Nicoletta Tiezzi. Sabato 3 ottobre alle ore 12.30, in Piazza Fantini, sarà inaugurata “Una panchina per Giulio”, iniziativa voluta dall’Associazione di Fossacesia, e patrocinata dall’Amministrazione Comunale.

“Abbiamo voluto proporre questa iniziativa – spiega la Presidente Tiezzi – poiché crediamo fortemente debba arrivare forte, anche dalla comunità di Fossacesia, la richiesta di verità sulla morte di Giulio Regeni”.

Come noto il 25 gennaio 2016, il ricercatore friuliano scompare al Cairo, e trovato il 3 febbraio senza vita dopo essere stato torturato. Da allora, ancora oggi, non si conoscono le ragioni di tanta ferocia.

Sostenere l’iniziativa proposta dall’Associazione Libera un libro di Fossacesia – dichiara il Sindaco Di Giuseppantonio – è stato non solo un atto dovuto, ma anche voluto poiché rappresenta la volontà dell’intera comunità fossacesiana, una comunità basata sui valori democratici e di convivenza civile, che rifiuta discriminazioni ed è impegnata contro ogni  forma di violenza dei diritti umani. In questi giorni è forte la preoccupazione per le sorti di un altro studente, Patrick Zaky che sta subendo gli stessi trattamenti in Egitto e la nostra voce si leva anche per lui affinché possa ritrovare presto la libertà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *