Inps Abruzzo, dati sulle prestazioni emergenziali INPS Covid19 al 20 settembre 2020

L’estensione del periodo emergenziale rende necessario continuare con l’aggiornamento e la diffusione dei dati INPS relativi ai prodotti COVID, al fine di dare sistematicamente contezza dell’operato dell’Istituto nella regione Abruzzo.
L’analisi delle tabelle riportate confermano, nello specifico arco temporale che va dall’inizio della pandemia ai primi giorni del periodo autunnale, i rilevanti livelli qualitativi della performance delle sedi INPS abruzzesi, uniti al sostanziale consolidamento del flusso corrente delle lavorazioni, avvalorati peraltro dagli indici presenti nelle tabelle stesse.
Per tali elevati livelli di risposta, è d’obbligo ancora ribadire il senso del dovere e di responsabilità con cui i funzionari dell’INPS Abruzzo, ormai da oltre un semestre, affrontano quotidianamente le difficoltà legate a carichi di lavoro straordinari che necessitano di una gestione corrente ed in tempo reale perché rappresentano prestazioni economiche di natura previdenziale che costituiscono spessissimo la risorsa economica principale per molti lavoratori e per le loro famiglie.

  1. Cassa integrazione in deroga – CIGD
CIGD – dati al 20 settembre 2020
PROVINCIA DOMANDE CIGD pervenute Numero lavoratori interessati DOMANDE CIGD definite Numero lavoratori interessati FLUSSI SR41 Pagamenti contenuti negli SR41
 Pervenuti Definiti Definiti
CHIETI 7.600 19.000 5.503 13.758 11.931 10.567 26.898
L’AQUILA 2.533 5.573 2.353 5.177 4.591 4.375 10.971
SULMONA 1.295 2.590 1.253 2.506 2.773 2.517 5.399
AVEZZANO 2.508 4.765 2.397 4.554 4.494 4.227 8.973
L’AQUILA prov 6.336 12.928 6.003 12.237 11.858 11.119 25.343
PESCARA 7.825 19.563 7.105 17.763 13.516 11.932 28.626
TERAMO 6.768 15.566 6.165 14.180 12.456 11.480 24.321
REGIONE (*) 28.529 67.057 24.776 57.936 49.761 45.098 105.188
               
Indici INPS di efficienza (*) 86,8   (**) 90,6  
               
(*) Domande autorizzate/Domande Pervenute        
(**) mod SR41 definiti/mod SR41 pervenuti        

 
2.
Cassa integrazione Ordinaria – CIGO

CIGO – dati al 20 settembre 2020  
PROVINCIA DOMANDE CIGO Pervenute Calcolo medio dei lavoratori interessati delle domande pervenute DOMANDE CIGO definite Calcolo medio dei lavoratori interessati delle domande definite (a) Calcolo medio dei lavoratori di cui alla colonna (a) con pagamento diretto Calcolo medio dei lavoratori di cui alla colonna (a) con pagamento a conguaglio FLUSSI SR41 Pagamenti contenuti negli SR41
 Pervenuti Definiti Definiti
CHIETI 7.129 60.597 6.644 56.474 38.911 17.563 7.741 7.170 29.777
L’AQUILA 1.941 9.705 1.894 9.470 8.400 1.070 3.401 3.255 13.873
SULMONA 614 2.456 1.008 4.032 3.338 694 1.008 912 2.753
AVEZZANO 1.311 9.177 1.199 8.393 7.134 1.259 1.954 1.803 7.083
L’AQUILA prov 3.866 21.338 4.101 21.895 18.872 3.023 6.363 5.970 23.709
PESCARA 4.231 23.271 4.007 22.039 17.939 4.099 5.693 5.173 18.326
TERAMO 6.051 54.459 5.707 51.363 39.190 12.173 8.204 7.604 38.967
REGIONE 21.277 159.664 20.459 151.771 114.912 36.858 28.001 25.917 110.779
                   
Indici INPS di efficienza (*) 96,16       (**) 92,56  
                   
(*) Domande autorizzate/Domande Pervenute            
(**) mod SR41 definiti/mod SR41 pervenuti            

 

  1. FIS – Fondo di Integrazione Salariale. Comprende tutti i datori di lavoro, anche non organizzati in forma d’impresa, che occupano mediamente più di cinque dipendenti, che non rientrano nel campo di applicazione della cassa integrazione guadagni ordinaria e straordinaria e che appartengono a settori nell’ambito dei quali non sono stati stipulati accordi per l’attivazione di un Fondo di solidarietà bilaterale o di un Fondo di solidarietà bilaterale alternativo. Il FIS mette a disposizione interventi a sostegno del reddito nei confronti dei lavoratori la cui attività lavorativa è sospesa o ridotta in relazione alle causali previste in materia di cassa integrazione guadagni ordinaria (a eccezione delle intemperie stagionali) o straordinaria (a eccezione del contratto di solidarietà) ovvero ridotta al fine di evitare o ridurre le eccedenze di personale.
  1. Indennità COVID. Si tratta della nuova indennità covid 1.000 euro destinata ad alcune categorie di lavoratori danneggiati dall’emergenza. Il Decreto Agosto ha previsto un’indennità INPS una tantum di 1.000 euro sulla sorta di quanto già previsto nei Decreti Cura Italia e Rilancio. La prestazione è diretta ad una serie di lavoratori danneggiati dagli effetti economici dell’emergenza COVID-19, quali:
  • Lavoratori stagionali del turismo e stabilimenti termali;
  • Lavoratori stagionali di settori diversi da turismo e stabilimenti termali;
  • Lavoratori intermittenti;
  • Lavoratori autonomi occasionali;
  • Incaricati delle vendite a domicilio;
  • Lavoratori dello spettacolo;
  • Lavoratori del turismo con contratto a termine.
Indennità COVID al 20 settembre 2020      
PROVINCIA DOMANDE pervenute DOMANDE EVASE (definite, in pag.to o respinte) Giacenza    
CHIETI 35.364 35.337 27    
L’AQUILA 7.854 7.845 9    
SULMONA 6.038 6.030 8    
AVEZZANO 14.791 14.776 15    
L’AQUILA prov 28.683 28.651 32    
PESCARA 21.785 21.762 23    
TERAMO 35.437 35.397 40    
REGIONE 121.269 121.147 122 99,9 %

  

  1. Bonus Baby Sitting. Per l’anno 2020, a partire dal 5 marzo, in conseguenza dei provvedimenti di sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine, il “decreto Cura Italia” ha previsto uno specifico congedo parentale per un periodo continuativo o frazionato, comunque non superiore complessivamente a 15 giorni, per i figli di età non superiore a 12 anni, di cui possono fruire i genitori alternativamente fra loro. In alternativa alla fruizione del congedo parentale, è prevista la possibilità di scegliere la corresponsione di un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting.
Bonus Baby Sitting al 20 settembre 2020    
PROVINCIA DOMANDE pervenute DOMANDE EVASE (definite, in pag.to o respinte) Giacenza    
CHIETI 7.492 6.486 1.006    
L’AQUILA 2.552 2.364 188    
SULMONA 1.178 1.030 148    
AVEZZANO 1.902 1.541 361    
L’AQUILA prov 5.632 4.935 697    
PESCARA 7.202 6.565 637    
TERAMO 7.947 7.172 775    
REGIONE 28.273 25.158 3.115 89,0 %


6. 
NASPI. La Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego ed è una indennità mensile di disoccupazione che sostituisce le precedenti prestazioni di disoccupazione ASpI e MiniASpI – in relazione agli eventi di disoccupazione involontaria che si sono verificati a decorrere dal 1° maggio 2015.


NASPI dati al 20 settembre 2020
PROVINCIA DOMANDE pervenute dal 1° gennaio al 30 settembre 2020 Accolte Respinte Totale lavorate nel periodo (comprensivo di lavorazioni relative al 2019) %
CHIETI 9.942 8.807 1.194 10.001 100,6
L’AQUILA 2.732 2.603 411 3.014 110,3
SULMONA 2.279 2.114 236 2.350 103,1
AVEZZANO 3.659 3.477 469 3.946 107,8
L’AQUILA prov 8.670 8.194 1.116 9.310 107,4
PESCARA 7.993 6.881 799 7.680 96,1
TERAMO 10.795 9.215 1.262 10.477 97,1
REGIONE 37.400 33.097 4.371 37.468 100,2

 

  1. DISCOLL L’indennità di disoccupazione mensile “DIS-COLL” è una prestazione a sostegno dei collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, assegnisti di ricerca e dottorandi di ricerca con borsa di studio che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione
DISCOLL dati al 20 settembre 2020
PROVINCIA DOMANDE pervenute dal 1° gennaio al 30 settembre 2020 Accolte Respinte Annullate Trasferite Totale lavorate nel periodo (comprensivo di lavorazioni relative al 2019) %
CHIETI 150 99 37 2 5 143 95,3
L’AQUILA 69 43 26 1 0 69 100,0
SULMONA 133 104 31 3 3 135 101,5
AVEZZANO 96 58 33 1 1 93 96,9
L’AQUILA prov 298 205 90 5 4 297 99,7
PESCARA 247 171 88 0 1 260 105,3
TERAMO 173 106 68 0 1 175 101,2
REGIONE 868 581 283 7 11 875 100,8

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *