Aggressione nell’ex stazione della Sangritana: denunciati gli autori

I carabinieri della Compagnia di Lanciano hanno individuato i responsabili dell’aggressione tra sabato e domenica scorsa nell’ex stazione ferroviaria della Sangritana di Lanciano ai danni di Giuseppe Pio D’Astolfo, 18 anni, di Lanciano, che da domenica è ricoverato in coma farmacologico all’ospedale di Pescara per un violento pugno sferratogli alla tempia. Il cerchio si è stretto su 5 giovani di Lanciano, tra loro individuato anche chi ha colpito Giuseppe. Si tratterebbe di un ragazzo di 13 anni, di etnia Rom. I carabinieri hanno enunciato il gruppo e rimesso un rapporto alla Procura di Lanciano. Le indagini comunque vanno avanti: i militari del Nucleo operativo e radiomobile della locale Compagnia, diretti dal Tenente Giuseppe Nestola e coordinate dal Comandante della Compagnia Maggiore Vincenzo Orlando, proseguono per raccogliere ulteriori testimonianze e per ricostruire nel dettaglio tutte le fasi dell’aggressione e la misura delle responsabilità di ognuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *