306 nuovi casi in Abruzzo nelle ultime 24 ore. Sale il numero dei decessi

Sono complessivamente 7091 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

Rispetto a ieri si registrano 306 nuovi casi (di età compresa tra 7 mesi e 94 anni).  Dei nuovi casi, 145 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti.

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 43, di cui 12 in provincia dell’Aquila, 3 in provincia di Pescara, 6 in provincia di Chieti e 19 in provincia di Teramo.

*(il totale risulta inferiore di una unità, in quanto è stato sottratto un caso comunicato nei giorni scorsi e risultato duplicato)

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 501 (si tratta di una 75enne di Pescara).

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 3214 dimessi/guariti (+19 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 3376 (+285 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 256324 test (+3149 rispetto a ieri).

208 pazienti (-4 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 16 (+2 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 3152 (+287 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 1663 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+127 rispetto a ieri), 1469 in provincia di Chieti (+45), 2321 in provincia di Pescara (+36), 1526 in provincia di Teramo (+100), 53 fuori regione (+1) e 59 (-4) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

CHIUSURA DEL PLESSO DI VIA RAFFAELLO DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PESCARA 5

Il dirigente scolastico Daniela Massarotto, in merito alla chiusura per emergenza Covid del plesso di via Raffaello dell’istituto comprensivo statale Pescara 5.
“I casi sono circoscritti e sotto controllo – commenta il dirigente scolastico -. La decisione è stata presa dalla Asl a scopo preventivo, per evitare il diffondersi del contagio. Il comprensivo ha un totale di 1800 alunni, la quarantena riguarda 600 persone, fra studenti e personale. Rassicuro riguardo al fatto che negli altri plessi non vi sono focolai a rischio contagio e che pertanto le attività possono proseguire regolarmente”.
“Per il plesso di via Raffaello – scrive il dirigente nella comunicazione agli alunni, ai genitori e al personale – si sta procedendo alle operazioni necessarie per la sanificazione straordinaria prevista dalla norma. Inoltre, la didattica digitale è stata attivata e i docenti stanno concordando con le famiglie la modalità più opportuna per la fruizione. La chiusura del plesso è stata determinata a seguito del dispositivo del dipartimento di prevenzione della Asl. Per tutte le classi, i docenti, il personale, dunque, è scattata la quarantena fino al 4 novembre incluso. “Alunni, docenti, il personale – aggiunge il dirigente – non potranno uscire dalle loro abitazioni, né frequentare altre persone. Saranno sottoposti a tampone secondo un calendario disposto e comunicato direttamente dalla Asl.
In base alle disposizioni Asl, i fratelli degli alunni in quarantena non positivi o in attesa di tampone non sono tenuti alla quarantena e quindi possono frequentare la scuola senza rischio per gli altri, lo stesso vale per i genitori. Fratelli e genitori di alunni positivi sono invece loro stessi in quarantena obbligatoria.
“Invito a mantenere la calma e a non farsi prendere da inutili allarmismi. Il comportamento responsabile di tutti ci permetterà di uscire rapidamente dall’emergenza, evitando che vi siano ulteriori propagazioni del virus” conclude il dirigente.
Dall’istituto, inoltre, ricordano che tutti i plessi sono in sicurezza e che il personale vigila quotidianamente sul rispetto del norme, dall’obbligo di indossare la mascherina, al mantenimento della distanza, fino alla costante sanificazione delle mani e degli spazi.
GIULIANOVA, ALTRE 6 PERSONE POSITIVE AL COVID

La ASL di Teramo ha comunicato al Sindaco Jwan Costantini la positività al tampone da Covid-19 di altre 6 persone residenti nel comune di Giulianova.
Torna a salire il numero dei cittadini giuliesi positivi al virus che, con l’aggiunta dei dati di oggi, si attesta a 21. Sono in corso tutti gli accertamenti e le indagini epidemiologiche. Il primo cittadino invita la cittadinanza al rispetto delle misure di sicurezza, al distanziamento sociale e all’utilizzo della mascherina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *