Mezzo chilo di hashish e 30 grammi di cocaina nascosti nella ruota di scorta. Arrestato

Era tornato in libertà da pochi mesi dopo che: lo scorso maggio aveva finito di scontare la pena di 4 anni e 8 mesi per la rapina ai danni di un portavalori, avvenuto il 30 aprile 2012 nei pressi del centro commerciale Megalò. Non solo. Ha anche violato le norme anti Covid, andando fuori dal suo comune. Come se non bastasse, trasportava droga. Per questo C.G., 53 anni, di Città Sant’Angelo, è stato arrestato ieri dagli agenti della squadra mobile della questura di Chieti, insieme a un equipaggio della squadra volante. 

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, deve rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Gli agenti delle volanti lo hanno notato nella centralissima via Principessa di Piemonte a bordo della sua auto e, quando lo hanno fermato l’uomo non ha saputo fornire motivazioni sulla sua presenza a Chieti. Mentre i poliziotti lo informavano sulla contravvenzione ai sensi della normativa anti Covid 19, hanno notato un atteggiamento nervoso e di grande fretta, come se volesse concludere al più presto il controllo. Così, con l’ausilio della squadra mobile, si è proceduto a una perquisizione. Si è scoperto che nel vano della ruota di scorta c’era un sacchetto di tela, con cinque panetti di hashish del peso complessivo di mezzo chilo e un involucro con 30 grammi di cocaina. In più, in un marsupio che teneva addosso, c’erano 1.600 euro in contanti, di cui non ha saputo spiegare la provenienza.

L’uomo è stato arrestato e, su disposizione del sostituto procuratore Giuseppe Falasca è stato portato in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *