Studio della Asl2 sugli effetti del Covid nei pazienti

Procedono i lavori nell’area Fiera a Lanciano per realizzare il drive-in. 19938 tamponi eseguiti oggi nell’aquilano. 93 i positivi.

La Asl Lanciano Vasto Chieti ha reso noti gli esiti di uno studio pilota sui pazienti che avevano contratto l’infezione nella prima fase della pandemia per cercare risposte sugli strascichi che potrebbe lasciare il virus e le condizioni di coloro che hanno avuto a che fare con il Covid 19. L’iniziativa è della Task force della Asl2, che ha voluto verificare la reale portata delle problematiche di salute segnalate dai pazienti esaminando una popolazione omogenea.

Sono stati così contattati 126 pazienti, intervistati sulle loro condizioni di salute e invitati a visita ambulatoriale, che è stata effettuata presso il Distretto sanitario di Lanciano da un medico Usca e uno specialista in Malattie infettive. Hanno risposto alla convocazione 82 pazienti su 126, pari al 65%, in 25 hanno rifiutato la visita e 16 non sono stati rintracciati. Tra i pazienti che sono stati visitati in 38 hanno dichiarato di stare bene e non accusare alcun sintomo, 20 hanno riferito una generale stanchezza, 17 presentavano ansia e forme di disagio psicologico, 13  problemi respiratori e 12 disturbi di tipo neurologico. 

Lo studio è stato utile anche per la valutazione della fragilità dei pazienti esaminati, che ha prodotto esiti differenti: alcuni hanno superato l’infezione da Covid-19 senza aggravare il proprio stato di cronicità, mentre ad altri il virus ha lasciato conseguenze che ne hanno aggravato la condizione. Per questi ultimi, dunque, sarà attivata una sorveglianza periodica a livello territoriale, anche grazie all’impulso impresso dalla Direzione Asl a tali attività, a partire dall’assegnazione di dieci operatori socio sanitari alle Usca (Unità speciali di continuità assistenziale) e dall’attribuzione di altro personale che a giorni arriverà a integrare gli organici. 

Il Direttore generale Thomas Schael ha, infatti, disposto il potenziamento delle attività domiciliari Covid-19, coordinate da un’unità speciale ubicata presso l’ex ospedale di Chieti città con a capo Francesco Ricci. “Una parte rilevante dell’assistenza prestata in questa seconda fase della pandemia si svolge sul territorio – mette in evidenza il manager – grazie ai Distretti e alle unità speciali che stanno facendo davvero un eccellente lavoro. Se riusciamo a tenere a casa un numero elevatissimo di malati è solo grazie a loro e alla capacità di risposta che tutti stanno mettendo in campo e mi riferisco, per esempio, anche a Lanciano, dove il Distretto ha supportato l’Antoniano al meglio delle proprie possibilità”.

Grande attenzione all’assistenza prestata sul territorio, dove già da mesi operano con grande impegno le Usca, con dati di attività dei primi sette mesi che ne disegnano chiaramente il ruolo: sono state eseguite 4.869 prestazioni tra visite, telemonitoraggi, ecografie, test sierologici, interventi vari.

Sul fronte dei contagi, nell’ultima settimana la situazione epidemiologica sta mostrando una lieve riduzione nella velocità di propagazione del virus: in provincia di Chieti si sono registrati 761 nuovi casi, con una riduzione dell’1,2%. Al 28 novembre i ricoverati erano 161 negli ospedali, così distribuiti: 89 a Chieti, 24 a Vasto, 31 ad Atessa e 17 presso la Casa di cura Spatocco di Chieti. Altri 18 sono nella Rsa di Casoli.

Da rilevare, inoltre, che l’incremento percentuale nell’ultima settimana dei casi positivi è disomogeneo per età: in particolare sopra la media provinciale ci sono i ragazzi fino a 14 anni e gli adulti oltre i 70 anni, con un picco oltre i 90 anni. Importante la frequenza dei positivi registrata tra ottobre e novembre per fasce di età, che vede tra le più colpite le persone tra 50 e 59 anni, arrivate a 715 casi, a cui seguono i 651 compresi tra 40 e 49 anni, mentre 492 hanno un’età tra 60 e 69 anni. I numeri, dunque, raccontano in tutta la loro evidenza che il virus è “democratico” nella sua potenza contagiosa e non risparmia alcuna età, come anche i due generi, colpiti in uguale proporzione.

Decisamente interessante, infine, la statistica elaborata dal Dipartimento di Prevenzione, diretto da Giuseppe Torzi, sul numero dei casi positivi per città e paesi dal 1° marzo al 30 novembre, che vede ai primi posti le realtà urbane più popolose: Chieti 812, Lanciano 453, Ortona 442, Vasto 421, Francavilla 407. Nessun paese è a zero casi, mentre ne hanno uno solo Gamberale, Civitella Messer Raimondo, Lettopalena, Liscia e Pennadomo.

DRIVE-IN A LANCIANO, SI AVVICINA L’APERTURA

I lavori nell’area Fiera di Lanciano

Si lavora senza sosta nel parcheggio dell’area Fiera a Lanciano per l’allestimento del drive-in. Questa mattina è arrivato il primo dei container e in giornata sarà collocato anche il secondo, chiesti alla Protezione civile per lo svolgimento della parte burocratica legata all’esecuzione dei tamponi. Contestualmente gli operai della ditta edile messa a disposizione dal Comune, coordinati dall’unità operativa Investimenti patrimonio manutenzione della Asl Lanciano Vasto Chieti, sono impegnati in alcuni interventi di adeguamento sollecitati dal 118 per attrezzare al meglio l’area che accoglie la postazione mobile. Manca poco, dunque, l’apertura si avvicina.

SCREENING IN PROVINCIA DELL’AQUILA DEL 1° DICEMBRE
Ad oggi sono stati effettuati 19938 tamponi, 93 dei quali sono risultati positivi, la percentuale di positivi rispetto ai tamponi effettuati corrisponde allo 0,47% dati aggiornati alle ore 17 di martedì 1 dicembre 2020.

Nel dettaglio a Balsorano sono stati eseguiti 876 tamponi 4 dei quali risultati positivi, a Barete 203 tamponi nessuno positivo, a Barisciano 949 tamponi di cui 9 positivi, a Bisegna 109 tamponi nessuno positivo, a Canistro 168 tamponi nessuno positivo, a Capistrello 850 tamponi nessuno positivo, a Carapelle Calvisio 50 tamponi nessuno positivo, a Carsoli 190 tamponi 1 solo positivo, a Oricola 54 tamponi 2 positivi, a Castel del Monte 205 tamponi nessuno positivo, a Castel di Sangro 1835 tamponi 5 dei quali risultati positivi, a Castelvecchio Calvisio 86 tamponi nessuno positivo, a Celano 2279 tamponi 7 positivi, a Cerchio 213 tamponi 4 positivi, a Fontecchio 101 tamponi nessuno positivo, a Gioia dei Marsi 268 tamponi 2 positivi, a Goriano Sicoli 237 tamponi nessuno positivo, a Luco dei Marsi 1397 tamponi 12 dei quali risultati positivi, a Magliano dei Marsi 913 tamponi 5 dei quali positivi, a Montereale 942 tamponi 1 solo positivo, a Navelli 287 tamponi 9 dei quali risultano positivi, a Ortucchio 596 tamponi 3 positivi, a Pescocostanzo 556 tamponi 4 positivi, a Prezza 238 tamponi 2 positivi, a Rocca Pia 179 tamponi nessuno positivo, a Roccaraso 527 tamponi 3 positivi, a San Benedetto dei Marsi 921 tamponi 1 solo positivo, a San Vincenzo Valle R. 741 tamponi 1 solo positivo, a Sante Marie 127 tamponi 2 positivi, a Santo Stefano di Sessanio 64 tamponi nessuno positivo, a Scoppito 1569 tamponi 2 positivi, a Tagliacozzo 85 tamponi nessuno positivo, a Tione degli Abruzzi 116 tamponi nessuno positivo, chiudiamo con Trasacco 1991 tamponi effettuati con 14 positivi.

Nella giornata di domani i tamponi verranno effettuati nei comuni di Anversa degli Abruzzi, Cagnano Amiterno, Celano, Fagnano Alto, San Benedetto dei Marsi, Sante Marie e Tagliacozzo. Raccomandiamo a tutti i residenti nei comuni interessati di sottoporsi al test.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *