A San Giovanni in Venere lavori per riqualificazione belvedere e Fonte di Venere fermi da mesi

Consolidamento e riqualificazione del belvedere di San Giovanni in Venere con restauro dell’antica fonte di epoca romana. Due importanti lavori che sarebbero dovuti terminare entro il 30 settembre dello scorso anno, ma inspiegabilmente interrotti ormai da mesi. Infatti i motivi che stanno generando l’incresciosa situazione di stallo non sono noti. Sappiamo però che sono tante le persone che vorrebbero ritornare a passeggiare lungo la suggestiva stradina alberata, già sistemata con una nuova pavimentazione in ghiaietto lavato, per raggiungere la terrazza panoramica dalla quale si può osservare un panorama marino di straordinaria bellezza. Ma una volta raggiunto l’ingresso, situato nei pressi delle absidi dell’antico complesso abbaziale, si trovano di fronte ad uno sbarramento metallico, con tanto di cartello di divieto di accesso al cantiere, che di fatto inibisce da mesi l’accesso al viale. Problema identico per quanto riguarda l’accesso alla cosiddetta “Fonte di Venere”, antichissima struttura idraulica situata nella parte sottostante il monastero, dove i lavori sono anche lì sospesi da molte settimane con zona rigorosamente chiusa al pubblico. Eppure le opere in corso sono giunte quasi al termine, ma niente, ingresso vietato ai visitatori. Ricordiamo che gli interventi sono stati finanziati con fondi del CIPE (acronimo di Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) per un costo complessivo di 500mila euro. L’ente appaltante è il Comune di Fossacesia, mentre l’impresa esecutrice dei lavori è la Bagnoli s.r.l. di Castropignano (Campobasso).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *