Da ieri, 314 nuovi casi e 9 decessi in Abruzzo

A Città Sant’Angelo verranno aperti due appendici per lo screening di massa

Sono complessivamente 38339 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

Rispetto a ieri si registrano 314 nuovi casi (di età compresa tra 6 mesi e 91 anni).

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 36, di cui 5 in provincia dell’Aquila, 11 in provincia di Pescara, 15 in provincia di Chieti e 5 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 9 nuovi casi e sale a 1300 (di età compresa tra 59 e 102 anni, 5 in provincia di Chieti, 3 in provincia di Pescara, 1 in provincia di Teramo). Del totale odierno, 3 casi fanno riferimento a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 25823 dimessi/guariti (+226 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 11216 (+37 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 550152 tamponi molecolari (+3905 rispetto a ieri).

468 pazienti (-10 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 40 (+2 rispetto a ieri con 5 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10708 (+87 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 11582 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+56 rispetto a ieri), 8366 in provincia di Chieti (+142), 7752 in provincia di Pescara (+60), 10152 in provincia di Teramo (+48), 325 fuori regione (+7) e 162 (+1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità. 

CITTA’ SANT’ANGELO, TAMPONI ANCHE NEL FINE SETTIMANA

Vista l’ottima risposta della popolazione angolana al controllo massivo del covid19, l’Amministrazione comunale, con un accordo tra il Sindaco, Matteo Perazzetti, l’Assessore alla Sanità, Maurizio Valloreo, gli operatori sanitari e le associazioni di volontariato, è giunta alla decisione di aprire due appendici per lo screening di massa. Per questo motivo, sabato 16 gennaio, dalle 09 alle 12 e dalle 15 alle 18 sarà aperto un punto di effettuazione dei tamponi, nella sede del centro sociale anziani di Marina di Città Sant’Angelo. Nella giornata di domenica 17 gennaio, invece, sarà la volta di Villa Cipressi, nell’ex scuola, solo al mattino, dalle 9 alle 12. Una decisione utile per i ritardatari che vorranno sottoporsi al tampone antigenico. Così, l’Assessore alla Sanità, Valloreo:” Abbiamo voluto estendere al fine settimana i test di massa, in due aree importanti per la nostra comunità, al fine di poter raggiungere un numero importante di controllo. Sappiamo che a Marina e Villa Cipressi potranno sottoporsi in tanti, anche per una questione di comodità. Avere a pochi metri un punto di controllo, speriamo possa essere di stimolo e che in tantissimi rispondano con la loro presenza. Come assessore alla sanità, mi sento di dover ringraziare gli operatori sanitari, la Croce angolana, Modavi Protezione Civile di Città Sant’Angelo e gli Alpini per la loro disponibilità e per quanto fatto in questi gironi.”

Anche il Sindaco, Matteo Perazzetti commenta con soddisfazione questa decisione:” Abbiamo deciso di aggiungere le due date del fine settimana, per cercare di raggiungere un numero importante che possa darci ancor più contezza su quanto circoli il virus nella nostra comunità. Invito tutti a partecipare a questa appendice di screening, è importantissimo per la propria salute e per quella degli altri. Infine, ringrazio dal profondo del mio cuore tutti i medici, infermieri e biologi che si sono messi a disposizione, la Croce Angolana, Modavi Protezione Civile di Città Sant’Angelo e il gruppo degli alpini.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *